Pordenone Calcio - Rossitto: "Abbiamo rifatto il pieno e ora andiamo a Vicenza"

 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 160 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Rossitto: "Abbiamo rifatto il pieno e ora andiamo a Vicenza"

Ultima trasferta di campionato per i ramarri, oggi (16.30) al Menti di Vicenza.

La prima, il 27 agosto 2017, a Santarcangelo di Romagna si concluse sull’1-0 per il Pordenone, grazie a un gol di Burrai su rigore in pieno recupero. Il ricordo della semifinale playoff di Firenze con il Parma era ancora fresco e il nuovo Pordenone affidato a Leo Colucci si proponeva di ripetere e magari migliorare quel prestigioso risultato. Nove mesi dopo Rossitto e i suoi ragazzi si propongono di ritornare vittoriosi anche dall’ultimo viaggio per salvare la stagione.

Ad attenderli c’è un Vicenza che ha ancora più bisogno di punti di loro perché, penultimo in classifica, deve trovare il modo di allontanarsi dalla zona playout.

“Sappiamo che avremo davanti un gruppo che merita ben altra classifica – esordisce Fabio Rossitto – e che, come noi, farà di tutto e anche qualcosa di più, per incamerare l’intera posta in palio. Dispiace arrivare a questo punto in queste condizioni perché – è convinto Fabio - avremmo entrambi meritato di giocarci questo scontro per ben altri scopi. Il Vicenza – ci tiene a sottolineare – è reduce da un pareggio con il Mestre che ha strapazzato in trasferta la Reggiana, terza in classifica. Noi arriviamo dalla sconfitta di Padova (0-3), ma durante questi ultime due settimane a cavallo dalla pausa forzata abbiamo lavorato tanto e rifatto il pieno di energie. Non solo: questi quattordici giorni ci sono serviti anche per rimettere a posto alcune cose che non andavano. I ragazzi – il crociato elogia i suoi uomini - hanno messo tanto impegno e tanta volontà. Capiscono che il momento è cruciale. Ho veramente visto in tutti tanto attaccamento ai colori sociali. Nessuno si è lamentato dei carichi di lavoro. Ora sono fiducioso: faremo una buona partita, cercando di spingere dal primo all’ultimo minuto”.

Il Menti promette di essere una bolgia.

“Lo sarà – è convinto anche Fabio -. Noi però avremo al seguito i nostri supporters che sanno sempre come farsi sentire, anche in trasferta. Giocheremo – assicura – anche per loro”.