Pordenone Calcio: Rossitto soluzione a chilometri zero

 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 702 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Rossitto soluzione a chilometri zero

Salendo momentaneamente in quel calcio dei grandi dove vuole arrivare Lovisa, senza peccare di oltraggio e con le dovute proprozioni, non è possibile evitare di fare un paragone fra il Pordenone di oggi e il Milan di Montella.

Anche quello appariva ai più monotono e senza carattere. Via l’aeroplanino è arrivato Ringhio Gattuso a restituire gioco in profondità e soprattutto grinta ai rossoneri.

Sabato in tribuna al Bottecchia c’erano, fra gli altri anche Pillon e Roselli, forse a “osservare” il Feralpi, fresco di dimissioni di Serena e con Beggi in panca in funzione di traghettatore. Ma forse anche per dare un’occhiata al Pordenone.

Se però un giorno si dovesse arrivare alla decisone tanto attesa dal popolo neroverde non bisognerebbe dimenticare la soluzione a chilometro zero rappresentata da Fabio Rossitto (sempre presente da tifoso alle gare interne dei ramarri).

Difficile trovare in categoria motivatori come il Crociato.

Rossitto è già stato sulla panca neroverde in due occasioni.

Nella prima ha sfiorato la promozione in serie C. Nella seconda ha mancato di un soffio la salvezza perdendo il playout con il Monza dopo aver guidato i ramarri a un’entusiasmante rimonta durante la stagione regolare.

Pur senza essere riuscito a completare le sue imprese, Fabio è amatissimo dal popolo neroverde.

Una terza chance potrebbe essere gradita a lui, apprezzata dai tifosi e utile al Pordenone.

Detto questo, forza ramarri – come direbbe il mitico e compianto Casotto – forza neroverdi, forza, forza Pordenone!