Pordenone Calcio - Tesser: "Non vediamo l’ora di cominciare il campionato"

10.09.2018 09:24 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 352 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Tesser: "Non vediamo l’ora di cominciare il campionato"

La prova generale a Verona non è andata bene. La Virtus Vecomp, neopromossa in serie C, ha battuto il Pordenone per 2-0 (una rete per tempo, la prima di Momentè, la seconda di Danti). Più precisamente: non è andata bene dal punto di vista del risultato. Nel gioco hanno dominato i ramarri che, nonostante assenze pesanti, hanno saputo costruire diverse palle gol, ma non hanno saputo capitalizzarle. Buone palle gol sono capitate tre volte sui piedi di Ciurria, due volte a testa su quelli di Gavazzi, Germinale, una su quelli di De Agostini, Damian, Ciurria e Bertoli. Conferma di quanto si sapeva e di quanto raccontano le statistiche. Nella rosa di Tesser manca un bomber vero, capace di garantire un bottino in doppia cifra. Difetto non trascurabile quando la rosa neroverde viene confrontata con quelle di avversarie come Ternana che (se dovesse restare in C) si avvarrà di Daniele Vantaggiato, Feralpisalò che può contare su Simone Guerra e Andrea Caracciolo, Vicenza dove è approdato Rachid Arma e Triestina che si è assicurata Pablo Granoche. Tesser ha ammesso che la sconfitta di Verona è stata un campanello d’allarme, ma non sembra preoccupato di quanto ha visto sul rettangolo del Mirko Mazzola.

“Premesso che la Virtus ha vinto con merito perché ha saputo sfruttare alla perfezione le occasioni avute – si spiega il tecnico -, non sono per nulla preoccupato perché ho visto la mia squadra tenere bene il campo, fare gioco e creare buone occasioni, un paio davvero clamorose. Poi abbiamo subito il gol in contropiede. Brava La Virtus, un po’ meno noi in determinate situazioni”.

Bisogna tener conto che a Verona Tesser non ha potuto utilizzare Misuraca, Berrettoni, Magnaghi e Candellone e che Bombagi non era al meglio ed è stato inserito solo nella ripresa.

“Sono uomini importanti – concorda l’Attilio -, ma io non cerco mai scusanti nelle assenze. Sono situazioni che possono capitare anche in campionato. E’ una sconfitta che può far bene, anche se – sorride - io preferisco sempre vincere. Ci ha fatto capire quale sarà il clima in campionato dove si lotterà, come ha fatto sabato la Virtus, su ogni palla”.

Tesser vuole poi evidenziare che una sconfitta, seppur nella prova generale, contro un’avversaria che ritroverà anche in campionato, non può cancellare ciò che la sua squadra ha fatto vedere di buono durante questa lunghissima preparazione.

“Abbiamo perso con la Virtus, ma abbiamo vinto – elenca - a Bergamo con l’Albinoleffe in una gara ufficiale di Coppa Italia, abbiamo perso a Pescara contro un’avversaria di serie B solo ai calci di rigore, abbiamo pareggiato con il Venezia e vinto con squadre di appena una categoria inferiore come Chions e Tamai. Non mi pare proprio – rafforza il concetto - che sia stato un precampionato deludente. Adesso non vediamo l’ora di cominciare il campionato – afferma Tesser -. A livello nervoso non è semplice reggere senza gare ufficiali. In settimana dovremo lavorare bene per farci trovare pronti al via, sia che si cominci domenica – conclude Tesser - sia che la prima di campionato venga posticipata a martedì 18 o mercoledì 19”.