Pordenone Calcio, Tesser: "Sfruttare la sosta"

11.03.2020 09:18 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio, Tesser: "Sfruttare la sosta"

Si è concluso in pratica con un nulla di fatto il tanto atteso consiglio straordinario della Figc, convocato per ieri da Gabriele Gravina per decidere sulle sorti dei campionati professionistici di calcio dopo lo stop imposto alle manifestazioni sportive sino al 3 aprile dal decreto del presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte. Ogni decisione è stata infatti rinviata al 23 marzo, giorno in cui ciascun presidente di Lega dovrà presentare la sua proposta.

Diverse sono le ipotesi.

La prima, anticipata da Fabio Rossitto nei giorni scorsi, prevede lo stop dei campionati e il congelamento delle classifiche con conseguenti promozioni e retrocessioni determinate in base alla posizione in graduatoria delle partecipanti al momento dello stop. Ma si valuta anche la possibilità di recuperare le gare sospese prolungando la stagione agonistica ben oltre il termine inizialmente previsto del 24 maggio. Intanto tutto resta fermo con la necessità delle squadre coinvolte di trovare il modo di mantenere uno stato di forma accettabile e soprattutto la giusta concentrazione in attesa della possibile ripresa dei campionati.

Estremamente razionale, come sempre, l’atteggiamento di Attilio Tesser.

“Certo fermarsi in questo momento non è il massimo – afferma il tecnico della storica promozione in serie B e dell’altrettanto storico titolo di vicecampioni d’inverno nella prima stagione in cadetteria dei ramarri - . Saremo costretti ad allenarci per tre settimane almeno senza giocare. Non è facile in situazioni del genere mantenere la giusta concentrazione e la voglia di lavorare sodo. Questo gruppo però ha già dato ampie garanzie di professionalità e sono certo che continuerà a darle anche in questa circostanza”.

Tesser ha già studiato insieme al suo staff un programma per questa pausa forzata. Nella prima metà verrà probabilmente fatta una sorta di nuova preparazione. Un tipo di lavoro che normalmente viene svolto durante le soste invernali. Nella seconda parte invece riprenderanno gli allenamenti con i ritmi usuali.

“Cercheremo come sempre – ha affermato l’Attilio – di sfruttare al massimo quello che ci viene concesso”.