Pordenone-Livorno, Tremolada subito in campo

08.02.2020 08:12 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone-Livorno, Tremolada subito in campo

Luca Tremolada subito in campo oggi alla Dacia Arena (inizio alle 15) contro il Livorno. Favorito anche dall’assenza per squalifica di Tommaso Pobega l’ex rondinella inizierà questo pomeriggio la sua avventura in neroverde. Attilio Tesser ha giudicato positivamente la sua condizione atletica e la sua capacità di entrare subito nei meccanismi di gioco neroverde. Sarà quindi lui il trequartista alle spalle della coppia d’attacco molto probabilmente composta da Luca Strizzolo e Patrick Ciurria. Gavazzi arretrerà quindi a centrocampo affiancandosi a Gianvito Misuraca e Salvatore Burrai.

“Ho visto Tremolada giostrare bene nelle partitelle di questa settimana – ha raccontato Tesser – però non disputa in pratica una partita ufficiale dall’ormai lontano 31 agosto 2019 (14 minuti nel match perso dal Brescia 0-1 al Meazza col Milan, ndr). Chiederò a lui stesso prima della gara se si sentirà pronto a scendere in campo”.

La risposta di Tremolada è scontata e non potrà essere diversa dalla dichiarazione fatta al momento della sua presentazione ufficiale.

“Sono pronto – aveva detto lunedì scorso il fantasista – a dare il mio contributo di entusiasmo ed allegria”.

Contributo che dovrebbe rivitalizzare un attacco apparso in flessione nel girone di ritorno. Non dovrebbe esordire dall’inizio invece Andrea Gasbarro, difensore, arrivato pure lui in settimana proprio dal Livorno, che dovrebbe accomodarsi in panca assieme a Riccardo Bocalon il primo dei rinforzi arrivato al De Marchi durante la finestra di mercato di gennaio. Nel reparto arretrato dovrebbe essere confermata infatti la coppia di centrali formata da Barison e Camporese con capitan De Agostini a fare il cursore sulla fascia mancina. Per presidiare quella destra invece Semenzato dovrebbe essere preferito ad Almici. Tesser si rende perfettamente conto che un nuovo passo falso dopo le sconfitte subite a opera del Pescara (0-2) e a La Spezia (0-1) scalzerebbe il Pordenone dal secondo gradino della graduatoria infliggendo un colpo durissimo alle nuove aspettative di Mauro Lovisa che, pur senza mai nominare la prima lettera dell’alfabeto, ha parlato anche durante la presentazione dei due nuovi arrivati di grandi traguardi per i suoi ramarri.

“Per noi – ha infatti confermato il tecnico – la gara con il Livorno sarà la più importante della stagione sotto tutti gli aspetti. Innanzi tutto – avvisa il tecnico – l’ultima posizione occupata in classifica non corrisponde minimamente ai valori tecnici della squadra ora riaffidata a Breda. Al di là del potenziale degli avversari però le difficoltà maggiori nascono dal fatto che quando devi assolutamente vincere tutto si complica. Arriviamo da due sconfitte consecutive che, pur maturate in modo diverso, meritata quella col Pescara, ingiusta quella di La Spezia, hanno indubbiamente creato un po’ di tensione. Stato d’animo che non è certo l’ideale per affrontare una gara”.

Sconfitte che non hanno scalzato i ramarri dal secondo posto, ma che hanno contribuito a formare l’ammucchiata (10 squadre nello spazio di appena 5 punti) che ora si contende l’unico posto disponibile per il salto di categoria visto che il super Benevento, salvo sconvolgimenti poco prevedibili, ha già in mano il biglietto per la serie A.

L'articolo completo su www.gazzettino.it