Pordenone-Perugia, le note positive e negative

11.11.2019 13:41 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone
Pordenone-Perugia, le note positive e negative

Tutti i quattordici giocatori fatti scendere in campo al Gastaldi meritano un plauso. Menzione particolare spetta ovviamente a Luca Strizzolo per il gol in rovesciata. Luca se l’è guardato e riguardato più volte sugli highlights disponibile in rete.

“Sì – annuisce il bomber neroverde -, perché non avevo mai segnato prima in rovesciata. Bravo – condivide il merito – Davide (Gavazzi, ndr) a spedire al centro un pallone così invitante”.

Per Luca è il quarto centro stagionale. Il complimento più bello gli arriva però dal suo mister.

“Ha fatto un gol bellissimo – detto Tesser -, ma ciò che vale ancora di più è il lavoro che sa fare durante tutto l’arco delle partite per la squadra”.

Un menzione va fatta anche per Tommaso Pobega, rientrato finalmente dopo un mese di assenza per problemi a un ginocchio. Tesser l’ha gettato nella mischia al 61’ concedendogli mezzora per far ricordare quanto il suo apporto sia prezioso per l’economia del gioco neroverde. Peccato che in chiusura non sia riuscito a festeggiare (tiro deviato in angolo) il suo rientro in campo

Dietro la lavagna va invece messo Burrai. Non perché abbia giocato male. Il metronomo sardo non gioca mai male, è il motore di un Pordenone che continua a sorprendere e la sua importanza nell’economia della squadra è ampiamente riconosciuta da tutti: compagni, staff tecnico, società e anche dagli avversari. Proprio per questo deve imparare a tenere a freno la lingua. Espulso per proteste alla mezzora della ripresa a Chiavari sarà ora costretto a saltare per squalifica la supersfida con il Perugia di sabato 23 novembre alla Dacia Arena, dopo la pausa per gli impegni delle nazionali. Non è la prima volta che Salvatore incorre in ingenuità di questo tipo. Era già successo anche in serie C. Se riuscisse a controllare insieme al gioco della squadra anche le reazioni emotive dovute al suo temperamento sarebbe veramente un giocatore perfetto.