Seconde squadre in B - Tedino: "Va bene se serve a far crescere le nazionali azzurre"

 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 483 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Seconde squadre in B - Tedino: "Va bene se serve a far crescere le nazionali azzurre"

“Seconde squadre in serie C? Vanno bene se serviranno a far crescere giovani italiani che possano costituire un serbatoio per le nazionali azzurre”.

Bruno Tedino si sente ancora addosso il marchio del Club Italia. Dal 2013 al 2015, prima di approdare a Pordenone, aveva allenato l’Under 16 e l’Under 17 dell’Italia. Tedino sottolinea la necessità di definire bene le regole.

“Se vogliamo che siano utili alle nazionali e al calcio italiano in genere – afferma infatti Bruno – le squadre B devono essere composte da giovani che siano poi utilizzabili nelle varie rappresentative azzurre. Non sono per nulla razzista, ma – spiega l’ex tecnico neroverde – è chiaro a tutti che l’attuale situazione del nostro calcio è dovuta in larga parte al massiccio numero di stranieri che giocano nei nostri campionati maggiori. Almeno le squadre B dovrebbero dare garanzia ai nostri giovani di giocare e di crescere. Dovrebbero insomma – conclude Bruno – essere la base del rilancio del calcio azzurro”.