Pordenone Calcio - Burrai: "Sta nascendo il mix perfetto"

05.10.2018 08:48 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 433 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Burrai: "Sta nascendo il mix perfetto"

Gli estimatori, anche in categorie superiori, non gli mancano. Avrebbe potuto andarsene. Salvatore Burrai invece ha deciso di restare ancora a Pordenone. Gli brucia quel ricordo della semifinale persa (con tutte le recriminazioni e le polemiche susseguenti) al Franchi nel giugno di un anno fa con il Parma che ora veleggia in serie A. Ma gli brucia ancora di più il flop (post serata magica al Meazza) della passata stagione che portò al siluramento di Leo Colucci. E’ rimasto anche per far rifiorire il sogno promozione in riva al Noncello. Salvatore ci crede.

“Sì – annuisce – perché vedo che sta nascendo un mix perfetto fra vecchi e nuovi ramarri e fra i più giovani e i più esperti, come me, della rosa messa insieme quest’anno. C’è un buon feeling in spogliatoio e sul campo. Inoltre mr Tesser ha grande carisma e tanta esperienza. E’ uno che ha dimostrato di saper vincere in più piazze. Ora sta inculcando a tutti noi anche qui a Pordenone una mentalità vincente. Posso dire – ribadisce Burrai – che lo vediamo tutti come il nostro condottiero. E questo è un fattore importante nei rapporti fra tecnico e giocatori”.

Dopo tre vittorie consecutive nelle prime tre giornate di campionato è arrivato un mezzo stop a Rimini dove Burrai è stato comunque protagonista con la sua regia a centrocampo, con i suoi piazzati sempre pericolosi e con il cross da fermo perfetto per la testa di Candellone che ha fissato il risultato del match sul 2-2.

“Leonardo – Salvatore apprezza il contributo dell’ex torinista – è un giovane (classe ’97, ndr) molto interessante, arrivato qui con esperienza già in categoria (proviene dal Sudtirol, ndr). Si è inserito presto e bene nei nostri schemi e ha dimostrato di saperci fare in zona gol (capocannoniere con 4 centri in 4 partite, ndr). A Rimini – allarga le braccia il metronomo –, con un po’ più di attenzione, avremmo potuto incassare la quarta vittoria consecutiva. Ora però – si lascia alle spalle il recente passato - dobbiamo guardare avanti. Ci aspetta un’altra trasferta, questa volta in Emilia, contro un’altra neopromossa. Anche l’Imolese è carica d’entusiasmo e l’ha già dimostrato nelle prime quattro gare di campionato conquistando 6 punti senza mai perdere. Dovremo scendere in campo – conclude Salvatore – con grande concentrazione e determinazione”.