Pordenone Calcio - Lovisa: “Avanti verso lo stadio nuovo”

15.05.2019 09:19 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Lovisa: “Avanti verso lo stadio nuovo”

La costituzione della commissione tecnica è un bel salto in avanti verso la costruzione del nuovo stadio a Pordenone”.

Non può che essere contento Mauro Lovisa degli ultimi sviluppi della collaborazione fra società e politici. Dopo un primo momento di perplessità seguito al grande rifiuto di re Mauro di trasferire il suo Pordenone al Tognon di Fontanafredda (per l’adeguamento del quale alla serie C sono stati stanziati duemilionicentomila Euro dalla Regione con possibilità di farne arrivare un altro per l’adeguamento alla B), ora sembrano tutti concordi con la necessità di risolvere il problema in casa. Come è stato comunicato dall’ufficio stampa del Comune di Pordenone faranno della commissione per l’amministrazione cittadina il sindaco Alessandro Ciriani e l’assessore Cristina Mirante che si occupa di urbanistica e per la società neroverde lo stesso presidente Mauro Lovisa e il consigliere regionale Sergio Bolzonello. Non sorprende la presenza di Bolzo (come lo chiamano i tifosi). Il tifoso numero uno dei ramarri è sempre stato a fianco di Mauro Lovisa accompagnando e favorendo la crescita della società e della squadra dai dilettanti regionali alla serie B. Una sorta di prezioso amico e consigliere.

IL SUPPORTO DELLA POLITICA – Si è finalmente capito – ha commentato Lovisa a Il13 – l’importanza di avere uno stadio moderno in città. Lo vogliono i nostri tifosi, lo vogliono tutti i pordenonesi. Non sarà una struttura dedicata solo al Pordenone e al calcio, ma un’autentica cittadella dello sport dove troveranno posto anche altre società e discipline sportive. Non solo: sarà una struttura adatta ad ospitare anche concerti ed altri grandi eventi culturali”.

IN ZONA DOGANA – Dove sorgerà dunque il nuovo stadio? Lovisa ha le idee chiare. “La zona valutata – ha afferma - è quella della cosidetta Dogana. Si stanno valutando due possibili aree, entrambe vicine all’autostrada e quindi di facile accesso anche per i tifosi che verranno da fuori Pordenone”.

Re Mauro non ha preferenze sul tipo di struttura. “Sono certo – ha detto – che verrà adottata la miglior soluzione possibile per realizzarlo nel più breve tempo possibile e senza costi faraonici. Dovrà però essere oltre che a dimensione famiglia anche bello, perché possa portare anche soldi dai potenziali sponsor”.

FORZE FRESCHE – Lovisa ha pure confermato le indiscrezioni su possibili nuovi ingressi in società Seguendo le parole già pronunciate dal presidente onorario Giampaolo Zuzzi il numero uno neroverde ha ribadito la sua delusione sull’andamento del crowdfunding Pordenone 2020.

“La raccolta fondi – ha detto – è al momento il mio cruccio più grande. Ma non mollo: l’abbiamo prolungata sino all’8 giugno e spero in un’accelerata dopo la grande festa che faremo in piazza XX Settembre il 30 maggio”.

Il finanziamento popolare non basta però per affrontare una buona stagione in serie B.

No, non basta, ma – rileva Lovisa – ci permetterebbe di lavorare con più serenità. La conquista della serie B – conferma poi – ha attirato l’attenzione su di noi. Ci sono imprenditori che si stanno avvicinando. I prossimi giorni – ha concluso re Mauro – potrebbero essere decisivi per il futuro del Pordenone”.