Pordenone-Feralpisalo', i ramarri visti da Perosa

 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 661 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone-Feralpisalo', i ramarri visti da Perosa

Tre ruggiti dei leoni del Garda e il Pordenone ripiomba nel baratro.

Una brutta batosta in casa, accompagnata dalla contestazione della “curva” che se n’è andata a un quarto d’ora dal termine per continuare a protestare fuori dallo stadio.

Sul banco degli imputati ovviamente Leo Colucci che Mauro Lovisa ha continuato a difendere non solo in sala stampa, ma anche nell’incontro avuto con la stessa “curva” nell’antistadio.

Re Mauro se l’è presa invece con alcuni dei suoi giocatori che non si esprimono come nella passata stagione.

Atmosfera totalmente diversa ovviamente fra i leoni e Beggi che in settimana ha sostituito Serena sulla panca gardesana. Ranellucci e compagni sono scesi in campo con spirito ben diverso, intenzionati a dimostrare che le incertezze delle ultime gare non erano imputabili a loro.

Impegno che, unitamente alle amnesie dei ramarri, ha prodotto due gol nei primi 13 minuti. Non si sono persi d’animo i neroverdi e hanno ripreso a riversarsi nella metà campo avversaria in modo però confusionario andando regolarmente a sbattere contro il muro gardesano. Spinti solo dalla forza nervosa, ma senza idee. Così, sempre in contropiede hanno subito anche il terzo gol.

Nell’intervallo la “curva” ha riservato un coro per Lovisa che è entrato in campo arrivando sino al centro per invitare gli ultras ad andarsene. Così è stato interpretato il suo gesto. In sala stampa poi re Mauro dirà di essere stato capito male. A 15’ dal termine, come detto, se ne sono andati davvero gli ultras. Per ricomparire a fine gara ed esprimere tutto il loro dissenso.

La rinascita del ramarro si è fermata subito.

Ora, raggiunti al nonoposto a quota 30 da Triestina e Fermana, Stefani e compagni rischiano anche di restare fuori dai playoff.

Le pagelle del 4-3-1-2 di Colucci: Perilli 5 (1′ st Meneghetti 6.5); Formiconi 6 (32′ st Ciurria 6), Stefani 5.5, Bassoli 5.5, De Agostini 6; Misuraca 5, Burrai 5, Zammarini 6 (7′ st Caccetta 6); Bombagi 5 (7′ st Cicerelli 6); Nocciolini 5, Gerardi 5 (24′ st Magnaghi 5.5). Colucci 4.