Coppa Provincia, Borc de Corsa: Masoudi e Iommi sugli scudi a Polcenigo

09.07.2018 12:20 di Daniela Acciardi  articolo letto 491 volte
Libertas Porcia
Libertas Porcia

Sono Naima Masoudi e Giovanni Iommi ad aggiudicarsi su 400 partecipanti il 1° Giro Podistico Polcenigo “Borc de Corsa”, pensato, organizzato e realizzato dalla sempre efficiente squadra della Libertas Porcia, stamattina 8 luglio.

Un percorso assolutamente inedito, con lunghi tratti di sterrato che il temporale di ieri sera ha purtroppo lasciato bagnato e scivoloso. Ma Iommi, colonna portante del GP Livenza Sacile, non si è lasciato intimidire ed ha tenuto un ritmo altissimo riuscendo a finire i 7.200 m di saliscendi in 24’ 07”.

Già dopo i primi chilometri, con anche lo strappo in salita verso la chiesetta del castello, si è formato il gruppetto di testa; ma è stato sotto il colle di Polcenigo, alla fine dell’ultima salita che Iommi è riuscito a trovare lo spunto per superare Matteo Fantin (Brugnera Friulintagli), che a sua volta termina le sue fatiche dopo 24’ 19”. In terza posizione Giuseppe Di Stefano (GP Livenza Sacile), reduce dai campionati regionali assoluti di ieri, e già la settimana scorsa campione italiano sui 3000 siepi.

Scherzano i compagni di squadra a fine gara. «Giuseppe è giustificato perché ha corso anche ieri –. Dice ridendo Giovanni Iommi, che comunque nota –. La gara è stata bella e difficile, anche. Sono i percorsi che piacciono a me, un po’ nervosi, muscolari. Quella cinquantina di metri ad un chilometro dalla partenza con una salita al 20% è stata veramente dura. Sinceramente non pensavo di riuscire a fare questo tempo.

La controparte femminile trova in prima posizione, su qualsiasi tipo di terreno e percorso, sempre Naima Masoudi. L’atleta della Brugnera Friulintagli ha affrontato la gara alla stregua di una corsa in montagna, scelta vincente dato il tempo strepitoso di 27’ 18”.

In piazza d’onore Stefania Leschiutta (San Martino Coop Casarsa) con 29’ 50”, tallonata da Eva Vignandel (Fiamme Cremisi), con 30’ 01”.

«Oggi si può dire quasi che fosse una corsa in montagna e l’ho fatto un po’ come allenamento perché un po’ di salita serve –. È il commento a caldo della Masoudi –. Per cambiare e non fare i soliti giri e i soliti circuiti va benissimo. Cerco di fare del mio meglio su ogni percorso».

Ed è infatti dando del suo meglio che al Campionato di Società Assoluto su pista per la finale oro, si è messa alla prova per la prima volta nella 3.000 siepi. Nonostante la disciplina fosse per lei un’assoluta novità, è riuscita ad ottenere un ottimo 6° posto – e il quarto tempo regionale. Il giorno dopo di nuovo in pista per i 5.000. Aveva paura di non riuscire neanche a finire e invece ha segnato il proprio record personale.

Durante le premiazioni erano presenti il sindaco di Polcenigo Mario Della Toffola e anche il vicesindaco Antonio Del Fiol, proprio a dimostrare la vicinanza dell’amministrazione comunale alle iniziative sportive ben organizzate. «Il comune è sempre molto disponibile alle attività sportive, perché le pensiamo come parte di un’unica regia di valorizzazione del territorio –. Ci tiene a precisare il primo cittadino –. Cultura, paesaggio, natura, architettura, prodotti, sport, convogliano verso un unico obiettivo che è quello della valorizzazione del territorio.

Gli fa eco Mauro Chiarot, fiduciario CONI di Pordenone. «È stata una nuova possibilità di fare sport data a tutte le categorie, e quindi per questo sempre meritevole. Ma per quanto riguarda questa gara in particolare, tutti i podisti appena tagliavano il traguardo, invece di guardare il tempo fatto, si guardavano intorno apprezzando il posto e il percorso appena fatto –. E conclude –. L’anno prossimo conto che i partecipanti a questa gara siano almeno il doppio».