Swim, bike & run. Vignandel d’oro e Bianchet di bronzo a Pordenone

06.10.2018 12:13 di Daniela Acciardi  articolo letto 322 volte
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Ancora un fine settimana di grandi prestazioni per gli atleti ed i triatleti delle Fiamme Cremisi, andati a raccogliere onori fino alla Maratonina di Ferrara, partendo da Pordenone facendo anche un paio di capatine al mare, fra Bibione e Lignano.

Si dice “nemo profeta in patria”, invece è proprio a Pordenone che arrivano le più grandi soddisfazioni.

Domenica 30 settembre, grandiosa come sempre Eva Vignandel chiude la Maratonina dei Borghi in 1h 28’ 57,72”, arrivando al traguardo fra le prime dieci donne, con una bella medaglia d’oro ad attenderla. Ma anche Marta Bianchet conferma il suo periodo d’oro con un ottimo tempo di 1h 39’ 25,27” che le garantisce la medaglia di bronzo di categoria.

La larga compagine cremisi schierata in campo annoverava anche Giuseppe Cesco (con un ottimo 7° posto di categoria), Gian Luca Metz, Daniele Bellitto, Federico Filello, Simone Bortolussi, Christian Geremia, Andrea Lazzara, Marco Milani, Daniele Farenci, Roger Vendrame, Claudio Cicuto, Piergiovanni Furlanis, Giuseppe Rinaldi e Paolino Giacomini. Proprio quest’ultimo ha potuto vantare il 6° posto in categoria.

La medaglia di Marta Bianchet è ancora più onorevole, dal momento che il giorno prima aveva partecipato, per la seconda volta nella vita ad un triathlon sprint. E non uno qualsiasi, ma al Campionato italiano di Lignano Sabbiadoro. I 750 m di nuoto nel mare agitato sono quelli che hanno compromesso la prestazione, che può vantare comunque un crono di 1h 28’ 33,65” un 8° posto fra le donne, un sesto posto nella frazione bike e addirittura il secondo posto nella frazione run, ovviamente la sua specialità.

Non poteva mancare a questo appuntamento Nicola la “macchina da guerra” Vettorato, che non si ferma mai e chiude in 1’ 23’ 15,70”.

Il primo della squadra a tagliare il traguardo è stato però Gianmarco Corlianò, che termina le sue fatiche in 1’ 15’ 48,45”. Lo segue a ruota Renzo Cevro con 1h 16’ 5,55”.

Ma la bandiera cremisi ha sventolato anche nella città estense. Alla Ferrara Half Marathon, sempre domenica, fra gli oltre 1.000 partecipanti c’è anche Marco Lo Storto. È il primo cremisino a tagliare il traguardo in 1h 37’ 24”. Massimo Lukovic lo segue, sempre nella parte alta della classifica con 1h 46’ 1”. Chiude Beniamino D’Italia con 2h 7’ 16”. Tutti hanno ritirato la chiave della città!

Si è infine concentrato solo sulle due ruote Manuel Finocchiaro. Alla Bibione Bike Trophy 6 ore MTB totalizza la bellezza di 75 km, sfrecciando ad una velocità media di 25 km/h.