Telethon Udine. La Rigel replica il successo dell’anno scorso, sostenuta dal comandante di reggimento

La squadra, oltre al già consistente contributo con l'iscrizione, ha raccolto e donato 500 euro alla Fondazione.
06.12.2018 16:26 di Daniela Acciardi  articolo letto 264 volte
APD Rigel
APD Rigel

Non potevano mancare gli eroi dell’APD Rigel al richiamo della solidarietà più importante dell’anno. Per la 2a Telethon Udine Staffetta 24x1 ora erano infatti presenti con ben 2 squadre.

Il circuito di 1.700 m con partenza sabato 1° dicembre alle ore 15.00 da Piazza 1° Maggio hanno quindi annoverato la bellezza di 48 rigelini, fra cui anche il Comandante di Reggimento Francesco Spadolini, che ha accolto con entusiasmo l’idea di sostenere la squadra in questo evento.

Data la finalità dell’evento, volto a sostenere la ricerca contro le malattie genetiche rare, tutti i partecipanti hanno deciso di fare una donazione spontanea. Il gruppo Rigel ha così raccolto e devoluto 500,00 € alla Fondazione Telethon.

Ma anche se lo scopo principale era la beneficenza, la Rigel è riuscita a guadagnare anche un ottimo risultato sportivo. La squadra Rigel 1 ha percorso in totale nelle 24 ore 239.290 m, con un 198° posto su oltre 550 squadre in gare; la Rigel 2 poco meno, ma sempre nella parte alta della classifica, al 236° posto con 234.124 m.

Per coprire anche le ore notturne senza intoppi, i rigelini hanno potuto contare sul supporto del vicepresidente Paolo Baggio, della segretaria Eleonora Avella e di Giorgio Reffo, che hanno coordinato l’evento. Tutti i podisti in gara hanno potuto riprendere fiato in un gazebo allestito all’occorrenza, che ha garantito uno spazio per gli spogliatoi e per il riposo. L’atleta Giorgio Reffo ha voluto fare di più per i compagni di squadra. Grazie al contributo della sua ditta Elettrosystem, ha infatti donato alla squadra un capo di abbigliamento sportivo personalizzato per la manifestazione.

Fra i 48 eroi, non potevano mancare inoltre il presidente Silvestro Guarino, i consiglieri Antonio De Cianni, Nicola Cau e Massimiliano Argelati. Insieme, sono riusciti a coinvolgere anche tre ragazzi di 10, 11 e 14 anni. Il loro esempio, oltre a contribuire alla causa di beneficenza, in, ha contribuito così a tramandare i valori fondanti dello sport.

Soddisfatto il presidente Silvestro Guarino. «È un piacere partecipare ad eventi di questa portata con finalità nobili come questa. – Ha commentato –. Siamo riusciti a replicare il successo dell’anno scorso, possibile solo con l’impegno di ognuno dei partecipanti, che ringrazio ad uno ad uno. In particolare, siamo tutti grati al nostro Comandante di Reggimento Francesco Spadolini che ci ha onorato con la sua presenza».