Pordenone Calcio: rinvii campionati può portare qualche beneficio

08.08.2018 09:03 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 320 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: rinvii campionati può portare qualche beneficio

Non tutto il male viene per nuocere.

Certo il rinvio della composizione dei gironi, dei calendari e, di conseguenza, dell’inizio del campionato comporta e comporterà problemi di organizzazione quali l’inserimento in calendario di un paio di turni infrasettimanali in più, ma può pure portare qualche beneficio immediato.

Attilio Tesser avrà almeno altre due settimane per continuare e perfezionare la preparazione. Il ritiro di Arta Terme è stato prezioso, ma non abbastanza lungo. Gli impegni di coppa a Bergamo con l’Albinoleffe e all’Adriatico con il Pescara hanno inoltre costretto il tecnico e il suo staff a modificare il programma inizialmente stabilito. Il campionato non comincerà prima del 9 settembre.

Con ogni probabilità anche successivamente (16 settembre o addirittura oltre).

Ora Stefani e compagni avranno altre due settimane almeno per riprendere il programma di preparazione precampionato. Non solo: per cercare di accelerare il raggiungimento della forma ideale prima dell’inizio della stagione ufficiale Tesser aveva programmato giornate con doppia seduta, una al mattino (normalmente verso le 10 o 10.30) e una al pomeriggio. Tormento non facile da sopportare soprattutto con la calura di questo agosto africano. Ora le sedute potranno essere diluite nel tempo, evitando così la doppia fatica giornaliera. D’altra parte potrebbe però aumentare lo stress psicologico dei ragazzi costretti ad allenarsi senza avere un obiettivo preciso dove scaricare le tensioni della settimana.

Per questo sarà estremamente importante organizzare delle amichevoli con formazioni che possano svolgere ruoli da sparring partner impegnativi.

Un altro vantaggio che concederà lo slittamento dell’inizio di campionato sarà la possibilità di valutare meglio ogni singolo componente della rosa permettendo magari a coloro che sono in fondo alla scala dei supposti valori di scalare qualche gradino. Opportunità che ha già avuto Patrick Ciurria che con l’impegno in allenamento e le prestazioni in coppa ha riproposto la sua candidatura alla riconferma. Un esterno come Patrick potrebbe consentire a Tesser variazioni anche in corsa al suo tipico 4-3-1-2.