Pordenone Calcio - Tedino: "Tesser la soluzione migliore"

06.07.2018 09:48 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 456 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Tedino: "Tesser la soluzione migliore"

“Tesser? E’ la soluzione migliore che il Pordenone potesse adottare”.

La “benedizione” è di Bruno Tedino il tecnico che più ha fatto divertire il popolo neroverde nell’era Lovisa.

“E’ il top di categoria – continua l’ex tecnico neroverde in procinto di riprendere in mano le redini del Palermo in serie B – per esperienza e metodologia; le sue squadre sono sempre molto organizzate”.

Da un quasi debuttante come Zironelli (un solo anno, fatto bene, in serie C con il Mestre) a un veterano (oltre 400 panchine fra i pro) come Tesser.

Non so cosa sia successo con Ziro – premette Tedino -, ma dopo il flop di una trattativa lunghissima andata male, mi aspettavo un colpo del genere dal presidente Lovisa. E’ tipico suo reagire in grande quando subisce qualche colpo”.

Già, era successo anche nell’estate del 2015, quando re Mauro reagì alla retrocessione in D con il ripescaggio da mezzo milione di Euro e con la ricostruzione della squadra che, affidata proprio a Tedino, conquistò due semifinali playoff di fila. Con Tesser qualcosa necessariamente cambierà anche nella tattica. Niente più 3-4-3 spinto di Zironelli e, probabilmente, anche squadra meno giovane.

“Mi pare ovvio – commenta Bruno –, dal momento che si è dichiarato di puntare alla B in due anni. Senza un programma definito e ambizioso Tesser non si sarebbe mosso. A Cremona due anni fa ha vinto un campionato difficile e prima ancora a Novara ha fatto un doppio salto dalla serie C alla serie A con squadre importanti schierate con il 4-3-1-2, suo cavallo di battaglia”.

Vero, Tesser ha collezionato 4 promozioni (una anche ad Avellino), ma pure diversi esoneri.

“Quale allenatore non è mai stato silurato?”.

Domanda retorica fatta da uno che è fresco di esonero decretato da Zamparini quando era secondo in classifica con i rosanero. Ancora sotto contratto ora Bruno è stato richiamato dallo stesso Zamparini per un nuovo anno in cadetteria.

“Sino a quando non vedo la comunicazione ufficiale – ricorre alla sua proverbiale prudenza Tedino – non dico nulla”.