Serie C 2018/19 - Gravina: "Nessun rinvio. Pronti a partire"

09.09.2018 09:45 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 257 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Serie C 2018/19 - Gravina: "Nessun rinvio. Pronti a partire"

Il campionato di serie C partirà nel prossimo fine settimana, magari con la prima giornata spalmata fra domenica 16 e mercoledì 18 settembre. La seconda giornata si svolgerà regolarmente fra il 22 e il 23 settembre. Questa è la volontà di Gabriele Gravina, espressa durante un’intervista che il presidente della Lega Pro ha rilasciato a TuttoC.com.

“Gironi e calendari – ha garantito Gravina – verranno composti subito dopo il pronunciamento del Collegio di Garanzia sul format di serie B e sui ripescaggi in cadetteria. Se il pronunciamento arriverà all’inizio della settimana entrante (il Coni lo ha promesso entro martedì 11) faremo partire il campionato di serie C nel prossimo fine settimana, il 15 o più probabilmente il 16 settembre. Se il pronunciamento dovesse arrivare più tardi il primo turno potrebbe essere disputato, probabilmente in notturna, fra martedì 18 e mercoledì 19, anche se non escludo che alcune gare, col pieno spirito collaborativo delle società, possano essere organizzate già a partire da domenica 16 settembre. Di certo il secondo turno non slitterà”.

La presentazione dei calendari non verrà fatta a Roma, come inizialmente annunciato, ma a Firenze.

“La cerimonia a Roma sarebbe stata bellissima, ma – si rammarica Gravina - per l'ennesima volta la Serie C subisce le decisioni altrui. I sorteggi si svolgeranno a Firenze, la sera stessa in cui il CONI scioglierà le riserve sui ripescaggi. I consiglieri della Lega Pro sono già stati allertati, sanno che potrebbe capitare in qualsiasi giorno della prossima settimana. Proveremo a fare tutto in tempi record".

Il campionato che parte in ritardo avrà bisogno di più turni infrasettimanali.

“Nel caso di gironi a 20 squadre – ha confermato il presidente della Lega Pro - potremmo avere 5 o 6 turni infrasettimanali più un turno a Santo Stefano”.