Serie C 2018/19: ripescaggi in vista

08.07.2018 08:19 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 448 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Serie C 2018/19: ripescaggi in vista

Le potenziali partecipanti al campionato 2018-19 al momento attuale (senza considerare l’esito delle sentenze della Covisoc) sono 59 sulle 60 aventi diritto. Sono quelle che hanno presentato domanda di iscrizione entro lo scorso 30 giugno. Manca solo quella della Virtus Bassano che Renzo Rosso ha sacrificato per salvare la vecchia e gloriosa Lanerossi Vicenza.

Vista però la situazione precaria di un’altra mezza dozzina di società, bisognerà ricorrere anche questa estate ai famosi ripescaggi. Il Pordenone usufruì di questa possibilità nell’estate del 2015 dopo la retrocessione subita per aver perso il playout con il Monza.

Quest’anno, salvo clamorosi dietro-front, per completare l’organico di 60 società divise in tre gironi da 20 ciascuno, entreranno in ballo anche le seconde squadre delle formazioni di serie A. In verità non tutti i grandi club hanno accolto con favore la novità. Alcuni, come l’Inter ad esempio, hanno dichiarato di non essere interessati a concorrere a formare la graduatoria per le potenziali ripescande. Altri come la Juventus e il Milan invece hanno aderito con solerzia.

Le nuove regole stabiliscono per i ripescaggi l’alternanza fra una seconda squadra dei club di A, una retrocessa dalla C in D e una fra le cvincenti i playoff di serie D. Siamo ancora lontani dal definire quanti saranno i posti disponibili, ma c’è già chi ha fatto le prime ipotesi al riguardo. Uno dei primi è stato il popolare Michele Criscitiello che durante una trasmissione di Sportitalia ha pronosticato l’inserimento nel primo giro di Juventus (in pole nella graduatoria fra seconde squadre), Prato (retrocessa al termine della passata stagione) e Cavese (prima fra le vincenti i playoff di Lega).

Nel secondo giro entrerebbero in gioco invece Milan B e subito dopo Como (seconda fra le vincenti i playoff di Lega D) non essendoci nessuna altra società fra le retrocesse dalla D interessata a rientrare fra i professionisti.