Pordenone Calcio - Canzian: “Serie B frutto di lavoro straordinario di Mauro e della sua famiglia"

22.05.2019 14:21 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Pordenone Calcio - Canzian: “Serie B frutto di lavoro straordinario di Mauro e della sua famiglia"

Claudio Canzian, ex ramarro, prima da giocatore e poi come dirigente, oggi vicepresidente del Comitato Regionale FIGC del Fvg, ha lasciato per una mezzora i suoi impegni federali per fare il tifoso a tuttopordenone.com e complimentarsi con i Ramarri per la storica promozione in serie B:

Nel 2007 il Pordenone ripartiva dall'Eccellenza. Eri anche tu in quello staff. Oggi dopo 12 anni è serie B! L'avresti mai detto?

Credo che nessuno di noi potesse immaginare quella volta un risultato simile, solo Mauro entrato qualche anno dopo ha sempre sostenuto questo. Volevamo fare bene, riportare il Pordenone nel professionismo e soprattutto ricreare un settore giovanile importante. Ma ripeto, in serie B a parte Mauro nessuno ne ha mai parlato.

Non hai mai nascosto la tua fede neroverde. Quanto questo risultato ti rende felice?

Chiaramente mi rende felice ed orgoglioso, come rende felici molti tifosi e soprattutto gli affezionati al Pordenone Calcio dai tempi dei campi di Prima Categoria. Dobbiamo cercare di avere sempre più appassionati alla squadra della nostra città che oggi, grazie al lavoro dell'attuale società, è una realtà importante nel panorama calcistico italiano.

Tu che conosci bene il presidente Lovisa, che Pordenone vedremo in serie B?

Cercherà di fare una squadra che trovi un assestamento in categoria, l’allenatore è una garanzia, l'ossatura c'è, e poi Mauro è ambizioso e l’appetito vien mangiando…

Quanto invece questo risultato è importante per il movimento calcistico provinciale e forse anche regionale?

Importantissimo! Con Udinese in serie A e adesso con il Pordenone in serie B e speriamo anche Triestina che si gioca la promozione attraverso i playoff, molti ragazzi del territorio friulano possono avere uno sbocco nel mondo professionistico ad un passo da casa. Il Friuli è da sempre terra di bravi calciatori e il mio augurio è che qualcuno di questi ragazzi riesca a giocare in serie B o addirittura in serie A.

La serie B si giocherà temporaneamente allo stadio Fiuli in attesa del nuovo stadio a Pordenone...

Lo stadio è il desiderio della proprietà e dei tifosi e a quanto leggo, anche dell'amministrazione comunale; poi bisogna confrontarsi con l’aspetto economico che non è uno scoglio semplice da superare e i relativi tempi di costruzione. Sicuramente dopo il consolidamento della categoria (serie B) l’obiettivo deve essere la costruzione del nuovo impianto a Pordenone, una struttura che dia visibilità anche ad altri sport e ed eventi.

Mi permetto di chiudere con un mio pensiero personale ringraziando Mauro e la sua famiglia per il lavoro straordinario fatto e per aver portato questa società nel punto piu' alto della sua storia, ma un pensiero va anche a tutte quelle persone che inevitabilmente non possono essere nominate che hanno contribuito in questi 12 anni a ricostruire il RAMARRO. Se il Pordenone è in B un po’ di merito è anche loro.