Pordenone Calcio: Marco Michelin tra ricordi e timori

05.12.2023 19:00 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio: Marco Michelin tra ricordi e timori

"QUALCUNO SALVI LA STORIA NEROVERDE (TUTTE) LE CHIAVI DEL DE MARCHI TORNINO ALLA CITTÀ", è il titolo del post di Marco Michelin, meglio conosciuto al popolo neroverde con l'appellativo Mika, ex responsabile della comunicazione del Pordenone Calcio (sono circa 15 anni i suoi trascorsi al De Marchi) e oggi social media manager del Cosenza in Serie B.

"Leggendo del lento iter burocratico oltre che operativo per la fase di chiusura dell’esperienza di questa Società da ex dipendente, ma soprattutto da tifoso - continua la nota su Facebook - mi preoccupo molto per i beni più preziosi conservati al De Marchi (considerato che le persone che l’hanno animato per anni, tante assai preziose, non ci sono più). Il timore, concreto, è che i cimeli storici, in particolare quelli degli ultimi anni, i più vincenti di sempre (anche questo non va mai dimenticato), finiscano in qualche angolo ignoto del mondo magari nella fretta (prima o poi arriverà tale esigenza) di concludere lo sgombero.

Chi si sta occupando della gestione di questi mesi - mi auguro - non lo faccia freddamente o senza le dovute attenzioni che un Club di calcio, contenitore e collettore di passione, merita anche nei momenti più neri. Il futuro potrà ripartire e beneficiare di slancio dalla conoscenza e valorizzazione del passato. Siano inventariati - e al più presto - i cimeli quindi così come le proprietà della Società. Essenzialmente - a memoria - attrezzature da palestra (cyclette, tapis roulant, bilancieri), materiale sportivo (anche nuovo), computer (diversi portatili e un Mac gigante), macchinari da giardinaggio e furgoni. Fatto ciò si ridiano al più presto le chiavi del Centro - sia in senso figurato che reale, indicando come restituirle - alla Città, così che la struttura torni a vivere. I campi e le palestre sono un patrimonio dei pordenonesi, indipendentemente dalla disciplina".