Calcio a 5: Diana Group Pordenone, ottimo punto sul parquet della Domus Bresso

13.11.2022 09:29 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Calcio a 5: Diana Group Pordenone, ottimo punto sul parquet della Domus Bresso

Al Pala Burago il Diana Group Pordenone conquista un punto importantissimo, al termine di una gara combattuta fino alla fine. Con la Domus Bresso i ramarri si spartiscono un tempo a testa.

Inizio in salita per gli ospiti, sotto dopo appena 42'' con Rosa che sorprende Vascello dalla distanza, servito direttamente da calcio d'angolo dal compagno Surace. Pordenone che prova a reagire con Koren, ma Beretta si fa trovare pronto alla prima chiamata. L'occasione del pari passa anche sui piedi di Stendler, allo scadere del 4', col pallone che termina però solo sul palo. A rete ci finisce ancora la Domus Bresso, complice anche un'indecisione di Martinez in fase di costruzione, pallone regalato a Battaia che, di punta, trova il raddoppio al 5'. Sotto di due, inizia l'assalto neroverde, ed il match si riapre superata la metà della prima frazione, con Barile bravissimo a girarsi al limite dell'area, servito da Koren, per poi infilare alle spalle di Beretta. Non ci stanno i padroni di casa che nel giro di pochissimi secondi colpiscono due volte la traversa, prima di riportarsi nuovamente sul "più due", questa volta con una splendida rete al volo di Di Biasi, su assist direttamente da calcio d'angolo. Al 14' può fare ancora malissimo la Domus Bresso, ma Vascello, in allungo, neutralizza Rosa sull'uno contro uno. Dall'altra parte del campo, fatica molto la formazione pordenonese a sfondare le attente difese giallonere ed il parziale resta congelato sul 3-1 al duplice fischio. La ripresa è un continuum della prima frazione, col duello che resta vivo ed il Pordenone che si rifà sotto al 3'14'', questa volta è Koren, dalla distanza, a dribblare Rosa, e beffare Beretta. Subito torna pericolosa la squadra di casa, con Morimoto, ma sono nuovamente i neroverdi a trovare la rete che vale il pari: goal fotocopia del precedente al 5'46'', cambia il protagonista, Bortolin che, dalla distanza, di destro, punisce Beretta. All'8' altro brivido per la Domus, dopo il gran recupero a metà campo di Chtioui, termina solamente sul fondo la conclusione di Stender; sul cambio di fronte ci riprova Morimoto, murato da Vascello. Gara intensa, da una parte e dall'altra, con entrambe le formazioni che fanno girare bene palla. Gran occasione per i padroni di casa al 15', ancora con lo scatenato Morimoto, a cui la rete è negata solo dal palo. Questione di secondi, perché al 15'10'', direttamente da calcio di punizione, capitan Surace riporta in avanti i suoi. Pordenone a testa bassa in cerca del pari, col portiere di movimento quando mancano 4' al termine. Il tempo scorre veloce, e la Domus è ben arroccata nella propria metà campo, ma a 30'' dalla sirena Stender fa centro: primo sigillo in maglia neroverde che regala anche un punto ai compagni. Gara che si conclude con i ramarri in avanti, in cerca del possibile successo, ma finisce così, in un giustissimo 4-4. Pareggio importante, quello di oggi, arrivato al termine di un bel match che ha regalato occasioni da una parte e dall'altra. Un punto certamente non stretto per il Diana Group Pordenone che ora si prepara a ricevere, sabato prossimo, la capolista Olimpia Verona.

TABELLINO FINALE:

Domus Bresso - Diana Group Pordenone 4 - 4 (p.t. 3-1)

FORMAZIONI Domus Bresso Beretta 1, Moya 4, Previtera 6, Battaia 7, Sasso 8, Di Biasi 9, Ruggiero 10, Morimoto 11, Valentino 12, Rosa 14, Surace 17 e Marzaoui 18. Diana Group Pordenone C5 Vascello 1 (capitano), Della Bianca 5, Grzelj 6, Bortolin 7, Martinez 8, Koren 9, Chtioui 10, Stendler 11, Paties 12, Grigolon 14 (vice-capitano), Zoccolan 16 e Barile 21.

MARCATORI 1° tempo: 3-1 - 0'42'' Rosa (D), 4'50'' Battaia (D), 10'09'' Barile (P) e 11'38'' Di Biasi (D) 2° tempo: 1-3 - 3'14'' Koren (P), 5'46'' Bortolin (P), 15'10'' Surace (D) e 19'30'' Stendler (P)

AMMONITI 1° tempo: nessuno 2° tempo: 9'02'' Moya (D), 10'17'' Grzelj (P) e 15'09'' Stendler (P)

ARBITRI Vallecaro (Salerno) e Faiella (Castellammare di Stabia). Cronometrista: Briguglio (Brescia)