Pordenone Calcio: appuntamento con la storia a Frosinone

07.08.2020 08:30 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: appuntamento con la storia a Frosinone

Sarà dunque al Benito Stirpe di Frosinone l’esordio dei ramarri nei playoff di serie B. Appuntamento con la storia domenica alle 21. Sarà ovviamente gara a porte chiuse, ma sicuramente il popolo neroverde si radunerà nelle sedi dei club o nei bar che offriranno la possibilità di vedere il match trasmesso su Dazn.

Il Pordenone si è garantito l’accesso diretto alle semifinali classificandosi al quarto posto al termine della stagione regolare.

Il Frosinone invece, ottavo al termine della regular season, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per assicurarsi il diritto di sfidare i ramarri. Il team di Alessandro Nesta ha vinto per 3-2 il match del turno preliminare al Tombolato (gara unica) con il Cittadella, quinto con gli stessi punti del Pordenone quarto, ma svantaggiato rispetto ai ramarri per i risultati negli scontri diretti (1-1 e 0-2). Il Citta, già favorito perché giocava in casa (pur senza pubblico), aveva a sua disposizione due risultati su tre. In base al regolamento dei playoff ai granata sarebbe bastato il pareggio per accedere alle semifinali. Sogno che Diaw e compagni hanno cullato sino all’ultimo minuto dei supplementari quando, sul risultato di 2-2 che li avrebbe promossi, hanno subito il gol di Ciano che li ha condannati e ha letteralmente fatto impazzire di gioia i ciociari. Fantastica è stata la rimonta dei leoni giallazzurri che si erano trovati sotto di due gol, firmati entrambi dall’ex Sanvitese e Tamai Davide Diaw. La rimonta è cominciata con il centro di Salvi che ha mandato tutti al riposo con il risultato di 2-1 a favore dei padroni di casa. Il pareggio è arrivato subito in avvio di ripresa (6’) griffato da Dionisi, uno dei tanti pezzi da 90 a disposizione di Alessandro Nesta. L’equilibrio è perdurato sino alla conclusione dei tempi regolamentari obbligando le due formazioni alla disputa dei supplementari. Quando infine Venturato e compagni attendevano solo il triplice fischio del signor Sozza di Seregno, Camillo Ciano (entrato in chiusura del secondo tempo) ha girato la manopola della doccia gelida sulle teste degli amaranto.