Pordenone calcio: atteggiamento da rivedere

14.09.2021 10:54 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone calcio: atteggiamento da rivedere

Al di là dei risultati conseguiti a preoccupare il popolo neroverde (che domenica ha risposto alla grande occupando al Teghil tutti i posti disponibili in tempi di pandemia) sono le distrazioni patite dalla difesa, la mancanza d’ordine a centrocampo, la scarsa pericolosità in fase di realizzazione, ma soprattutto l’atteggiamento poco combattivo della squadra. Concetto ribadito anche dal presidente Lovisa.

“Ho visto poca cattiveria – ha affermato re Mauro -. Dobbiamo assolutamente recuperare la nostra identità!”.

Compito che spetta a Rastelli. Massimo non si tira indietro.

“Non è stato tutto negativo – ha premesso – quello che ho visto nella gara contro il Parma. Abbiamo tirato più in porta noi di loro. E’ vero – ha ammesso poi - che dobbiamo prestare più attenzione in occasione delle palle inattive che hanno originato i loro primi due gol e compromesso la nostra partita. Il passivo però – ha tenuto a sottolineare Satanasso – è stato decisamente eccessivo e questo dopo le tre gare perse a inizio stagione può incidere pesantemente sul morale dei ragazzi. Ora sta a me – ha concluso Rastelli - trovare in settimana il modo di risollevare lo spirito dei ragazzi”.

I ramarri sono già al lavoro da ieri al De Marchi per preparare il confronto con il Cittadella, squadra e società che Mauro Lovisa hanno sempre definito modelli da seguire.