Pordenone Calcio: Ramarri fra presente e futuro

27.07.2020 08:23 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri fra presente e futuro

Ultima gara in casa della stagione regolare questa sera per i ramarri che alle 21 (in diretta su Raisport) riceveranno la visita della Salernitana. Potrebbe essere anche l’ultima partita al Rocco, stadio fantastico che però non è mai stato considerato veramente “casa” dal popolo neroverde. Non lo era nemmeno la Dacia Arena (dalla quale il Pordenone è stato sfrattato durante la pausa per il Covid 19), ma almeno l’affitto del vecchio Friuli non aveva scatenato la protesta dei tifosi bianconeri come successo invece a Trieste con i supporters rossoalabardati. Al Rocco auspicabilmente i neroverdi torneranno per disputare i playoff, ma non è certa la loro permanenza nell’impianto triestino per la prossima stagione. L’impressione è che la stessa società sia stata sia stata colta di sorpresa dalla travolgente ascesa della squadra. Dopo il gran rifiuto di re Mauro al trasferimento al Tognon di Fontanafredda non ha ancora risolto il problema stadio per la prossima stagione (Portogruaro e Lignano le ultime ipotesi, tutte da verificare, in ordine di tempo). Sarà un’etate calda, comunque vada a finire questa strana stagione. Chi non pensa minimamente a quello che succederà nel futuro più o meno prossimo è Attilio Tesser la cui attenzione, come sempre, è concentrata solo ed esclusivamente sull’avversaria di turno.

“La Salernitana è una formazione importante – giudica il komandante che ricorda lo 0-4 subito dai suoi all’andata -. Basta scorrere la lista di nomi delle distinte presentate di volta in volta agli arbitri per capire che si tratta di un complesso costruito per obiettivi importanti. Inoltre è guidata da Gian Piero Ventura, ex tecnico della Nazionale azzurra. Non arrivi così in alto – sottolinea - se non hai le qualità per arrivarci”.

Ancora una volta Tesser avrà problemi a comporre il reparto arretrato. Si è infatti infortunato De Agostini (contusione a una caviglia) e Vogliacco è stato squalificato per una giornata. Da valutare anche le condizioni di Gasbarro. Il tecnico non ha dato indicazioni sull’undici iniziale, limitandosi a preannunciare un sostanziale turnover.