Pordenone Calcio: Ramarri verso Pisa. I pronostici

22.10.2021 08:07 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio: Ramarri verso Pisa. I pronostici

Pisa primo in classifica contro Pordenone ultimo. Per i ramarri quello all’Arena Garibaldi di dopodomani (inizio alle 14) sarà un impegno durissimo come prevedono i siti che si occupano di pronostici e scommesse che sul successo dei nerazzurri offrono a chi vuole puntare sulla capolista le quote decisamente più basse della giornata. Del resto la classifica è chiara: il team di Luca D’Angelo, pur reduce dalla prima sconfitta stagionale subita a Crotone (1-2), è nettamente in testa alla classifica con 19 punti, sedici gol fatti (secondo attacco dopo quello del Brescia con 19) e sei subiti (solo il Perugia, con 5, ne ha subiti meno). Dati che mettono i brividi addosso se paragonati a quelli del Pordenone desolatamente ultimo con un solo punto (pareggio interno con la Reggina), cinque gol fatti e una difesa colabrodo che ne ha già incassati ventidue nelle sette partite sin qui disputate.

FIDUCIA IN BRUNO – Eppure non tutti sono certi che i ramarri torneranno a casa con le pive nel sacco. Una parte del popolo neroverde confida nelle capacità taumaturgiche di Bruno Tedino tecnico che i tifosi naoniani avrebbero voluto vedere sulla panca già a inizio stagione. Il tecnico chiamato lunedì scorso a sostituire Massimo Rastelli ha avuto solo cinque giorni per cercare di rimettere in piedi il ramarro. Sui rettangoli del De Marchi sotto la sua guida però si è visto un gruppo decisamente più determinato. Hanno lavorato tutti di gran lena cercando di eseguire con impegno le indicazioni del loro nuovo condottiero. E’ fermo ai box solo Sabbione che con ogni probabilità non farà parte della comitiva che partirà alla volta della Toscana. Da verificare nelle sedute di questa mattina e di domani mattina (entrambe di nuovo a porte chiuse) le condizioni di Misuraca, Bassoli e Ciciretti. Tutti gli altri saranno sicuramente sul pullman in partenza dopo la seduta di rifinitura mattutina che domani pomeriggio li porterà all’Arena Garibaldi dove cercheranno di stravolgere l’impietoso pronostico. Nell’impianto pisano tutto esaurito per la capienza consentita dalle misure anticovid saranno presente di sicuro almeno una quarantina di tifosi neroverdi che si faranno ottocento chilometri fra andata e ritorno pur di far sentire il loro calore alla squadra. Gente che spera nel miracolo, ma che sicuramente, visto quanto è successo nelle otto gare sin qui disputate, si accontenterebbe anche di una onorevole sconfitta dopo un’autentica lotta dal primo all’ultimo minuto. Del resto è stato lo stesso Tedino a promettere che il suo ramarro potrà pure perdere le partite, ma solo dopo essere letteralmente sfinito per l’impegno messo in campo. Auspicabile che, contrariamente a quanto successo sino a ora, i neroverdi vadano sotto il settore riservato ai tifosi ospiti a ringraziarli l’affetto dimostrato nei loro confronti.