Volley: Tinet Prata, al PalaCrisafulli con Pineto

16.02.2024 17:38 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Volley: Tinet Prata, al PalaCrisafulli con Pineto

La Tinet Prata vuole mantenere la tradizione favorevole costruita in tutti questi anni contro la Abba Pineto. Le statistiche, infatti, raccontano di cinque vittorie gialloblù e una sola abruzzese in sei scontri diretti. Le ultime due particolarmente significative. La penultima fu la magica notte che segnò la promozione in Serie A2 per i Passerotti di Dante Boninfante. L’ultima, ovvero la gara di andata, vide la Tinet recuperare pesanti passivi nei primi due parziali per poi vincere i primi due set 24-26 e poi trionfare nell’ultimo per 20-25. La situazione ora è un po’ diversa perché Prata fatica ad ottenere continuità mentre Pineto, dopo l’arrivo del nuovo Coach Cezar Douglas Silva è reduce da una striscia di tre vittorie consecutive, fermatasi proprio nello scorso weekend contro Porto Viro. Le squadre sono divise ora da 18 lunghezze. La Tinet quinta a quota 37, Pineto terzultima a 19.

ESPLORIAMO IL PINETO L’ABBA è diretta in regia dall’esperto Matteo Paris, quarantenne con un bel po’ di pallavolo alle spalle. Oltre alle esperienze in Superlega si segnala la doppietta di A2 (Promozione in Superlega e vittoria della Coppa Italia) con Piacenza nel 2019. Sulla sua diagonale si alterna una strana coppia, arrivata cammin facendo. L’ultimo in ordine di apparizione è Andrea Santangelo. Per l’opposto originario di Isernia tanta A2 di ottimo livello, con il picco della conquista di Coppa Italia e Supercoppa Italiana con la maglia di Bergamo nel 2021 e anche un’esperienza “esotica” in Corea. Con lui divide il posto 2 il polacco Mateusz Frac, già visto all’andata. Oltre all’allenatore nel corso della stagione hanno abbandonato la comitiva l’americano Corey Chavers, l’argentino Felipe Benavidez e i due cubani Padura Diaz e Henry Miranda. In posto 4 giostrano solitamente il solido Di Silvestre e Marco Rocco Panciocco, arrivato dalla Consar Ravenna, oltre a Gianluca Loglisci, ex Brescia e Motta. Altro ex Motta al centro: Enrico Basso, decisamente rivitalizzato dalla cura Douglas. A far coppia con lui il croato Kuno Nikacevic, che si sta rivelando uno dei migliori nel suo ruolo: miglior muratore del campionato con 60 palloni catturati è al terzo assoluto per statistiche complessive nel ruolo (il capitano Nicolò Katalan e 7 per muri [56] e al settimo posto assoluto nella classifica di rendimento dei centrali). Il libero è il viterbese Alessandro Sorgente. La panchina, invece, parla decisamente friulano e giuliano. Sono infatti tre gli alfieri della nostra regione presenti. A partire dal palleggiatore zoppolano Matteo Mignano per continuare, poi, con il centrale Rok Jeroncic, figlio di Gregor e Zuer Msafti, palmarino che ha mosso i primi passi pallavolistici a Cervignano.

KATA TRACCIA LA STRADA “Per prima cosa è necessario guardare la classifica – annuncia così la gara il capitano Nicolò Katalan – e scoprire che quelli in palio sono punti in palio importantissimi per entrambe le squadre. Abbiamo affrontato la settimana con molta energia e voglia di ripartire e vogliamo cogliere l’occasione per fare punti. Sappiamo anche che ci troveremo di fronte una squadra molto diversa nell’organico rispetto a quella dell’andata e più in fiducia rispetto a qualche settimana fa. Ma noi dobbiamo concentrarci principalmente sul nostro gioco e provare a cogliere il successo”. Da qui in poi sono tutte finali? “Si – continua il centrale triestino – e sarà importante affrontarle come tali. Non è solo importante arrivare a Play Off e Coppa Italia, ma bisogna raggiungerli con la testa giusta. E per questa ragione bisogna sfruttare queste gare per affrontarle come se fossero quelle ad eliminazione diretta”.

UN PO’ DI NUMERI Della distanza in classifica tra le due contendenti abbiamo già detto. A livello di traguardi personali sono i centrali della Tinet che possono provare a raggiungerne un paio. A Simone Scopelliti mancano 22 punti per valicare quota 1300 in Serie A, mentre Nicolò Katalan deve mettere a terra cinque muri punto per ottenere lo stop numero 300.

La gara si disputerà domani, sabato 17 febbraio, alle 20.30 al PalaCrisafulli di Pordenone. Il match sarà diretto da Marco Colucci di Matera ed Antonio Gaetano di Lamezia Terme.

Diretta streaming gratuita sulla App Volleyball World e su www.volleyballworld.com