Pordenone Calcio: come e quando ripartire, il parere dei tifosi neroverdi

10.04.2020 08:51 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: come e quando ripartire, il parere dei tifosi neroverdi

Il campionato deve essere completato: sembra essere questo il giudizio del popolo neroverde secondo i primi dati raccolti da Tuttopordenone.com.

Il sito che segue con cadenza giornaliera le vicende del Pordenone Calcio ha lanciato un sondaggio chiedendo ai tifosi naoniani di esprimere la loro opinione sulle opzioni possibili per concludere la stagione in corso.

Tre sono le opzioni indicate dall’amministratore del sito.

La prima ipotizza l’annullamento della stagione attuale per poi ripartire dalla prossima; la seconda prevede il completamento entro il 30 giugno del campionato sospeso dalla ventinovesima giornata; la terza infine apre alla possibilità di giocare oltre il 30 giugno per buona parte dell’estate pur di consentire alle squadre di completare la stagione regolare e disputare playoff e playout.

Il 71 percento si è espresso a favore di quest’ultima.

Solo il 4 percento si illude che possano essere giocate le dieci gare che mancano al termine della stagione regolare e le successive appendici entro il 30 giugno.

Sorprende il fatto che il 25 percento sia favorevole a mettere definitivamente una pietra una pietra sopra la stagione 2019-20 per cominciare a pensare alla prossima.

Sono solo i primi dati raccolti. Il sondaggio è aperto e le percentuali potrebbero cambiare. Indipendentemente da quelle che sono le opinioni dei tifosi a decidere il destino della stagione 2019-20 saranno nell’ordine il Governo, la Figc e le tre leghe pro. La posizione della Lega B è emersa chiaramente nel corso dell’assemblea convocata online martedì scorso.

I club della cadetteria sono intenzionati a scendere in campo per ripartire dalla ventinovesima giornata. Quando? Prima possibile, tenendo sempre conto di quella che sarà l’evoluzione dell’emergenza Corona virus. In altre parole si vuole riprendere a giocare, ma con le dovute precauzioni, anche a porte chiuse e solo quando non sussisteranno più pericoli per la salute dei tesserati. Inevitabile in questo caso il prolungamento dell’attuale stagione oltre al termine regolamentare del 30 giugno. Alle società di serie B non spaventa né l’idea di giocare tre volte a settimana, né quella di farlo in piena estate. In questo la cadetteria è nettamente favorita rispetto alla serie A non dovendo alternare le gare di campionato a quelle delle coppe europee.

Clicca quì per il sondaggio.