Pordenone Calcio: la riconoscenza di "Zamma"

15.11.2022 09:20 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: la riconoscenza di "Zamma"

Grande è stata la soddisfazione di Roberto Zammarini che è stato premiato ieri al ridotto del Teatro Comunale Città di Vicenza quale miglior giocatore del Pordenone nella scorsa stagione in serie B. Il riconoscimento gli è stato assegnato nell’ambito della ventiduesima edizione del Galà del Calcio Triveneto organizzata dall’ Associazione Italiana Calciatori in collaborazione con l’Unione Stampa Sportiva del Triveneto che ogni anno premiano i migliori giocatori delle squadre professionistiche del Triveneto, il miglior arbitro e il miglior allenatore.

“Non posso che dire grazie – ha detto Zamma – a chi mi ha voluto assegnare questo riconoscimento dopo un’annata estremamente difficile. E’ anche vero però – ha aggiunto – che le difficoltà ci hanno aiutato a crescere. Quest’anno sono cambiate tante cose e stiamo trovando una buona continuità sia nelle prestazioni che nei risultati. Sin qui abbiamo preso pochissimi gol (solo 6 in tredici partite, ndr) e ne stiamo facendo parecchi (24). Sappiamo che ci sono altre squadre forti nel nostro girone – ha continuato -, ma sappiamo anche che possiamo puntare al ritorno in serie B con una promozione diretta (premio per la capolista a fine stagione regolare, ndr) o in alternativa attraverso i playoff”.

Roberto non ha mancato di ringraziare quei tifosi che stanno seguendo con calore i neroverdi.

 “Vanno ringraziati – ha spiegato - perché ci seguono anche stiamo giocando le partite in casa a Lignano che dista sessanta chilometri da Pordenone. Presto però – ha concluso - ci trasferiremo al Tognon di Fontanafredda”.

Impianto che dista solo 7 chilometri. Per la serie A sono stati premiati Lorenzo Montipò dell’Hellas Verona, Roberto Pereyra dell’Udinese e Pietro Ceccaroni del Venezia. Per la serie B, oltre a Roberto Zammarini, hanno ricevuto il riconoscimento Simone Branca del Cittadella e Michele Cavion del Lanerossi Vicenza. Per la Lega Pro Gianluca Contini del Legnago, l’argentino Nahuel Valentini del Padova, Giacomo Poluzzi del Sud Tirol, Cristian pasquato del Trento, Marco Crimi della Triestina e l’islandese Emil Hallfredsson della Virtus Verona. Come miglior allenatore della passata stagione è stato premiato il croato Ivan Javorcic del SudTirol, come miglior arbitro Luca Zufferli della sezione di Udine, come miglior giocatore di Calcio a 5 Loris Di Guida del Came Dosson e come miglior calciatrice Michela Ledri del Verona. Ad accrescere l’emozione di tutti i presenti al Galà del Calcio Triveneto è stata la presenza quale ospite d’onore del grande Franco Causio campione del mondo nel 1982 con la nazionale di Enzo Bearzot.

Intanto i ramarri stanno preparando con grande intensità al De Marchi la sfida di sabato al Teghil (fischio d’inizio alle 14.30) con il Novara che sarà un impegno tutt’altro che facile. oggi saranno in campo sia al mattino dalle 10.30 che al pomeriggio dalle 14.30. I piemontesi sono reduci dal successo per 1-0 con la Pro Patria grazie a un gol del centrocampista rumeno Andrei Marginean. Vittoria che ha permesso loro di agganciare al terzo posto a quota 23 la Feralpisalò fermata in casa sullo 0-0 Lecco di Luciano Foschi.

“Nelle ultime quattro partite – ha sottolineato con soddisfazione Roberto Cevoli – abbiamo incassato nove punti e siamo in crescita. Ora possiamo preparare in serenità la sfida di Lignano con la capolista Pordenone che è la candidata numero uno per la vittoria finale di questo campionato. Noi – ha concluso - proveremo fare ciò che abbiamo dimostrato di saper fare soprattutto a livello tattico sperando di riuscirci come abbiamo fatto con la Pro Patria”.