Pordenone Calcio: la strada per il Rigamonti di Brescia

26.03.2021 08:42 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: la strada per il Rigamonti di Brescia

L’obiettivo ora è trovare il modo di presentarsi al Rigamonti di Brescia il 2 aprile nelle migliori condizioni possibili per incominciare a incamerare quella decina di punti necessaria a garantirsi la permanenza in serie B senza dover affrontare la lotteria dei playout. Non sarà una cosa semplice vista le indisponibilità di una quindicina di giocatori fra acciaccati e contagiati dal Corona Virus su una rosa di 27 elementi.

Tesser e Strukelj sono già stati costretti a far largo ricorso ai giocatori della Primavera di Maurizio Domizzi sia nel corso degli allenamenti infrasettimanali che durante le gare in calendario quando la diffusione del virus nel clan neroverde era ancora agli inizi. Lo sono ancora di più ora che il Corona Virus ha confinato a casa ben dodici ramarri.

Giovanni Foschiani (classe 2003) e compagni si stanno impegnando al massimo per dare il loro contributo alla causa in questo momento di emergenza. Anche il campionato Primavera 2 ha subito le conseguenze della pandemia. I giovani ramarri lo scorso fine settimana avrebbero dovuto affrontare la Reggiana, ma la sfida è stata rinviata come quella della prima squadra con il Pisa. Foschiani e compagni dovrebbero tornare in campo mercoledì a Cremona.

Il Brescia è reduce da una sconfitta di misura (0-1) a Salerno che ha interrotto una serie utile di cinque giornate durante le quali le rondinelle, dopo il pareggio a Chiavari (1-1) con la Virtus Entella avevano incassato l’intera posta in palio con Cosenza (2-0), Venezia (1-0), Frosinone (1-0) Reggina (1-0). Attualmente il team lombardo, rivitalizzato dall’arrivo di Pet Clotet, che lo scorso febbraio ha rilevato Davide Dionigi, si trova in decima posizione in classifica a quota 39 a cinque punti dall’ottavo posto (ultimo valido per accedere alla parte nobile della post season) occupato dal Chievo.

Il patron dei biancocelesti Massimo Cellino non fa mistero del fatto che vuole vedere il suo Brescia giocarsi la promozione in serie A nei playoff.

Per i ramarri la sfida al Rigamonti non sarà certo una passeggiata. La gara di andata giocata al Teghil di Lignano si concluse in parità (1-1). Andò a segno Davide Diaw dopo soli cinque minuti dal fischio d’inizio. I lombardi pareggiarono con Spalek in avvio di ripresa.