Pordenone Calcio: Musiolik e le lezioni d'Italiano

12.11.2020 08:30 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Musiolik e le lezioni d'Italiano

Doppia seduta di allenamento ieri al De Marchi per i ramarri che hanno lavorato di buona lena agli ordini di Attilio Tesser sia al mattino che al pomeriggio.

Al centro dell’attenzione c’è stato ancora Sebastian Musiolik che sabato nel match al Teghil con il Chievo ha firmato in pieno recupero il suo primo gol in neroverde regalando ai compagni un prezioso pareggio con l’allora capolista. Ora il primato è dell’Empoli con due lunghezze di vantaggio sui gialloblu.

Musiolik era stato mandato in campo al 27’ della ripresa da Tesser al posto di Butic per dare maggior peso alla prima linea neroverde. Il gigante polacco non ha deluso il komandante dimostrando si saper agire con prontezza anche di astuzia. Ottima è stata infatti la sua pronta conclusione di punta che ha colto di sorpresa sia il portiere Semper che l’intera retroguardia veneta sul prezioso invito di Ciurria. Non è certamente facile per Sebastian alla sua prima esperienza oltre i confini polacchi inserirsi nei meccanismi del Pordenone. Missione resa ancor più difficile dal fatto che non conosce la lingua italiana. Sul fatto scherza spesso lo stesso Tesser.

“Sebastian si sta muovendo bene – afferma infatti il komandante -, ma quando imparerà l’Italiano e potrà dialogare con i compagni in campo lo farà ancora meglio”.

Sebastian, nato a Knurow il 19 maggio del 1996, ha cominciato a giocare nel 2003 nel settore giovanile del Piast Leszczyny per passare nel 2007 in quello del Górnik Czerwionka, due anni dopo nel RKP Rybnik e infine nel 2011 nel ROW 1964 Rybnik che nel 2013 gli ha dato pure l’occasione di esordire in prima squadra. Curioso il fatto che i colori sociali del ROW 1964 siano neroverdi proprio come quelli del Pordenone. Dopo due passaggi nel Piast Gliwice nella massima serie polacca il gigante è approdato al Raków Częstochowa, sempre nella massima serie polacca, dal quale nella scorsa finestra di mercato è stato rilevato in prestito dal Pordenone.

Tanti sono stati i complimenti indirizzati dai suoi ammiratori connazionali sulla sua pagina Facebook in occasione appunto del suo primo gol fuori dai confini nazionali.