Pordenone Calcio: Ramarri con la testa già a Trapani

23.06.2020 09:07 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri con la testa già a Trapani

Archiviato il derby tutto neroverde i ramarri stanno già lavorando intensamente per preparare la lunghissima trasferta a Trapani dove scenderanno sul rettangolo del Polisportivo Provinciale venerdì (fischio d’inizio alle 18.45). De Agostini e compagni si sono ritrovati ieri pomeriggio al De Marchi.

Hanno svolto lavoro differenziato Gasbarro, Almici e Zanon. Le sedute di oggi, domani e mercoledì si svolgeranno al mattino, rigorosamente a porte chiuse. Dopo la rifinitura di giovedì la truppa neroverde prenderà il volo per la Sicilia.

Al Provinciale Tesser dovrà fare a meno di Pasa (espulso sabato scorso) e Strizzolo (già diffidato Luca si è visto sventolare davanti al naso un giallo dal signor Marini di Roma).

“Affronteremo – ha detto Tesser – una squadra che contro il Frosinone ha dimostrato di essere in salute. I ragazzi – ha assicurato il tecnico – affronteranno il match con la solita determinazione e auspicabilmente con quella brillantezza che si acquisisce solo giocando”.

A mettere in guardia i neroverdi sulle insidie della trasferta nella città dei due mari sono giunte anchge le parole di Alessandro Nesta. Il suo Frosinone (terzo in classifica con 2 punti più del Pordenone quinto) è stato bloccato dai granata (penultimi) sullo 0-0 sabato al Provinciale.

“Il Trapani – ha detto l’ex azzurro – si è dimostrato formazione decisamente più solida rispetto a quella affronta e battuta 3-0 in casa. Del resto al Provinciale hanno faticato prima della pausa anche Virtus Entella (battuta per 4-1, ndr) e Spezia (fermata sull’1-1, ndr). Per questo – ha concluso Nesta – mi tengo buono il punto conquistato”.

Il match del girone di andata fra neroverdi e granata giocato il 3 novembre dello scorso anno alla Dacia Arena si concluse sul 2-1 in favore dei ragazzi di Tesser che andarono in vantaggio dopo appena 7 minuti grazie a un preciso colpo di testa di Camporese su calcio d’angolo di Burrai. Lo stesso metronomo sardo raddoppiò dal dischetto al 68’ trasformando rigore concesso per l’atterramento in area di Ciurria. I siculi accorciarono le distanze all’88’ con Taugourdeau, pure lui su rigore assegnato per fallo di Pasa su Colpani.