Pordenone Calcio: Ramarri verso Sesto San Giovanni

25.11.2022 09:29 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri verso Sesto San Giovanni

C’è grande determinazione nei ramarri che stanno preparando al De Marchi la sfida di domenica al Breda di Sesto San Giovanni con l’obiettivo di prolungare la striscia positiva di quattro vittorie consecutive ottenute a Meda con la Pergolettese (5-1), al Teghil con il Lecco (5-0), a Piacenza (3-0) e ancora al Teghil domenica scorsa con il Novara (1-0), percorso che ha permesso ai al team di Di Carlo di portarsi a quota 29 e di staccare di ben cinque lunghezze il quartetto delle immediate inseguitrici comprendente il Renate, la Feralpisalò, il Lecco e la stessa Pro Sesto. La seduta di allenamento odierna inizierà alle 14.30. Domani mattina avrà luogo quella di rifinitura a porte chiuse al termine della quale il tecnico di Cassino stilerà la lista dei convocati per la trasferta in Lombardia della quale non farà parte lo squalificato Amedeo Benedetti e con ogni probabilità nemmeno gli acciaccati Cristian Andreoni, Simone Magnaghi e Stefano Negro.  Se i neroverdi sono carichi i biancolesti del trentatreenne bergamasco Matteo Andreoletti lo sono ancora di più. L’obiettivo iniziale della Pro Sesto era la permanenza in serie C. Gli ultimi risultati ottenuti sembrano però aver allargato di parecchio le loro ambizioni. Del resto non potrebbe essere diversamente visto che nelle ultime sei giornate hanno battuto pure loro il Novara (2-1), hanno espugnato il rettangolo della Pro Vercelli (2-1), hanno sconfitto la Pro Patria (sempre 2-1), hanno pareggiato a Trento (1-1), hanno avuto la meglio sul Padova (2-0) e sabato scorso hanno compiuto un’autentica impresa a Meda dove erano sotto di tre gol e alla fine hanno vinto per 4-3. Al termine di quest’ultima gara Andreoletti ha intelligentemente dichiarato:

“Questa vittoria è dedicata ai nostri tifosi!”.

Cosa che ovviamente ha alzato ulteriormente la voglia del popolo biancoceleste di spingere i propri beniamini all’impresa anche contro la capolista Pordenone riducendo il distacco a due sole lunghezze dalla vetta. Stato d’animo che la società del presidente Gabriele Albertini ha opportunamente deciso di favorire attivando una importante promozione sulla vendita dei biglietti in occasione della sfida di domenica. L’accesso alla curva ‘Vito Porro’, conosciuta anche come Curva Nord, covo degli ultrà, costerà solo un euro più i diritti di prevendita e al costo per accedere alla tribuna bianca/Renord/Gigante verrà applicato uno sconto del 50% sul prezzo del tagliando. E’ prevedibile quindi un afflusso massiccio al Breda, decisamente superiore a quello di quasi mille spettatori presenti nell’ultimo match della Pro con il Padova. In mezzo ai cori del popolo biancoceleste si faranno comunque sentire di certo anche le voci degli irriducibili del PN Neroverde 2020 che non mancano mai nemmeno nelle trasferte più lontane e che hanno organizzato pure il viaggio a Sesto San Giovanni riportando ottimisticamente sul sito del fan club di essere pronti per una trasferta in allegria per sostenere i ramarri sempre più in fuga. Gente così merita assolutamente di essere agevolata accelerando i lavori in atto al Tognon di Fontanafredda.

“Al momento - ipotizza il consigliere comunale Mattia Tirelli, uno dei primi promotori del trasferimento al comprensoriale di Fontanafredda – possiamo prevedere il trasferimento al Tognon per fine febbraio o al massimo a inizio marzo”.

In tempo insomma per accompagnare Burrai e compagni auspicabilmente verso il ritorno in serie B, traguardo stabilito sin da inizio stagione da Mauro Lovisa e da tutto il clan neroverde.