Pordenone Calcio: Scavone da un Ascoli all'altro

02.11.2020 08:36 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Scavone da un Ascoli all'altro

Tyche, dea della fortuna con la palla in mano, a volte toglie a volte regala. Questo deve aver pensato Manuel Scavone dopo aver visto il pallone da lui stesso deviato in fondo al sacco dell’Ascoli sabato al trentanovesimo minuto del match giocato dai neroverdi al Del Duca. Gol che è valso la prima vittoria in campionato del Pordenone.

Proprio contro l’Ascoli Manuel aveva vissuto l’episodio meno felice dei diciassette anni della sua carriera da professionista. Era l’1 febbraio del 2019 e lui vestiva la casacca del Lecce. Avversario all’Ettore Giardiniero di via del Mare era proprio l’Ascoli. Dopo appena sei secondi da fischio d’inizio del signor Baroni Manuel ebbe la peggio in uno scontro aereo con il bianconero Beretta cadde violentemente a terra ferendosi alla testa e perdendo i sensi. Furono attimi grande concitazione e preoccupazione con tutti i protagonisti in campo a chiedere l’intervento dei sanitari. Dovette entrare in campo l’autoambulanza (dopo che gli stessi giocatori avevano velocemente rimosso i cartelloni pubblicitari a bodo campo). Scavone fu trasportato d’urgenza nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Lecce e la partita venne interrotta dal signor Baroni anche su richiesta di compagni, avversari, tecnici e dirigenti di entrambe le squadre fortemente scossi dall’accaduto.

Fortunatamente l’infortunio si rivelò meno grave di quanto era apparso. I medici dell’ospedale Vito Fazzi riscontrarono un forte trauma commotivo con momentanea perdita di coscienza. Furono eseguite diverse tac al cranio, alla cervicale e al torace, tutte fortunatamente con esito negativo. Scavone, ripresosi, venne comunque tenuto in osservazione prima di essere dimesso. Nell’occasione, cadendo a terra, Manuel si infortunò anche alla spalla e potè ritornare in campo solo tre mesi dopo nell’ultima gara della stagione regolare fra il Lecce e lo Spezia. Al termine della stagione il Lecce lo cedette al Bari in serie C (19 presenze e un gol) dal quale il Pordenone lo ha rilevato in prestito.

Singolare il fatto che il primo gol da lui segnato dopo quel preoccupante incidente sia arrivato proprio in occasione della sfida con l’Ascoli. Peccato che poi sia uscito al 26’ della ripresa per problemi muscolari con tutta la voglia addosso però di ripresentarsi regolarmente in campo sabato al Teghil quando arriverà il Chievo Verona.