Pordenone Calcio: possibile rinvio delle ultime due gare del girone d'andata. Intanto Gavazzi è tornato al De Marchi

22.12.2021 08:30 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: possibile rinvio delle ultime due gare del girone d'andata. Intanto Gavazzi è tornato al De Marchi

La malasorte ha preso decisamente di mira il Pordenone. E’ a rischio ora anche la lodevole iniziativa avviata dalla società sotto la denominazione “Natale con i tuoi allo stadio” che prevedeva una scontistica speciale per i nuclei famigliari di almeno tre persone intenzionati a passare la giornata di Santo Stefano a Lignano con l’obiettivo di andare al Teghil alle 15 per incoraggiare i ramarri nel match contro il Lecce che si trova in zona playoff a quota 31 (23 punti in più dei neroverdi) pur con una partita in meno. E’ stata rinviata infatti a data da destinarsi la partita in programma l’altroieri sera al Menti a causa delle riscontrate positività al Covid 19 nel gruppo squadra salentino. E’ possibile che pure la sfida del 26 dicembre fra Pordenone e Lecce possa essere rinviata. Non solo a causa del Covid, ma anche perché nell’ordine del giorno dell’assemblea di Lega di domani c’è anche la discussione sull’opportunità di rinviare totalmente tutte le gare in programma per l’ultima del girone di andata il 26 dicembre e la prima del girone di ritorno il 29 dicembre. Vista la recrudescenza del morbo il presidente Mauro Balata ha deciso appunto di convocare l’assemblea di Lega B per domani. La riunione si terrà in videoconferenza con inizio alle 9.30. Nell’ordine del giorno oltre alle solite voci relative alla verifica dei poteri e alle varie ed eventuali c’è in grande evidenza la voce Emergenza COVID-19: valutazioni e determinazioni conseguenti. Il Covid non ha risparmiato nemmeno il Pordenone, come riferito nei giorni scorsi dall’ufficio stampa neroverde, ma pare che ora la situazione sia abbastanza sotto controllo. Non così al Lecce che in data 20 dicembre ha rilasciato un comunicato con il quale specificava che a seguito di un ulteriore ciclo di test molecolari, oltre alla positività riscontrata lo scorso 18 dicembre, è stato rilevato un secondo caso di positività al Covid 19 di un componente del gruppo squadra. Ovviamente per ragioni di privacy non è stato fatto il nome dei contagiati. Per la gara con il Vicenza non figuravano nella lista dei convocati Cosa, Tuia, Paganini, Blin e Listkowski. Tutto sommato un rinvio potrebbe favorire il Pordenone. Potrebbero infatti essere recuperato qualcuno degli infortunati. In ogni caso, in attesa di conoscere quali saranno le decisioni che emergeranno dall’assemblea di Lega B, Stefani e compagni hanno continuato ad allenarsi ieri pomeriggio al De Marchi. I tifosi aspettano di conoscere quali sono le decisioni di Mauro Lovisa relativamente al preannunciato allontanamento di quei giocatori che lo hanno deluso a causa, secondo lui, di scarso attaccamento ai colori sociali e mancato adeguamento alla mentalità tutta rivolta al lavoro che contraddistingue la società di matrice friulana. Mentalità che sicuramente ha Davide Gavazzi che da ieri si sta allenando al de Marchi.

La malasorte che ha preso di mira la prima squadra sembra essere più contagiosa del Covid. Per rendersene conto basta rileggere i risultati ottenuti lo scorso fine settimana dalle formazioni giovanili sia maschili che giovanili, tutte sconfitte nelle rispettive gare in programma. La Primavera è stata battuta 3-0 dalla Cremonese. L’Under 19 femminile 2-4 dal Vicenza, l’Under 17 maschile 2-3 dal Monza, quella femminile 2-7 dalla Juventus. I bianconeri hanno vinto (2-1) anche il match fra le squadre Under 16 e Under 14 (5-2). L’Udinese infine di è imposta (1-0) nel derby Under 15. Tutto sommato forse non è proprio un male per l’intero mondo neroverde che questo 2021 sia alle battute finali.