Arti marziali: Iron Fighter pensa alla 25esima edizione e a un match mondiale

04.03.2024 13:54 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Arti marziali: Iron Fighter pensa alla 25esima edizione e a un match mondiale

L’edizione del 2024 è stata appena archiviata come un successo, considerato anche l’importante seguito avuto all’estero e in particolare in Romania. Kombat Gym si gode la buona riuscita della kermesse ma pensa già all’evento del 2025. Il torneo di arti marziali Iron Fighter marcia subito verso il futuro, all’anno prossimo, quando festeggerà il 25esimo anniversario. “Una ricorrenza che va celebrata in maniera adeguata” - afferma Gianbattista Boer, a capo dell’organizzazione della manifestazione che ha riempito pochi giorni fa l’auditorium Concordia di Pordenone. L’obiettivo è allestire un match di caratura mondiale con protagonista Claudiu Istrate, lottatore punta di diamante della Kombat Gym, che vanta già una presenza al K1 di Tokyo, uno degli eventi più prestigiosi a riguardo a livello globale.

“E’ un’idea sulla quale lavoreremo – afferma a proposito Boer, che ricopre anche il ruolo di tecnico di Istrate -. Ci piacerebbe vedere gareggiare sul ring per un obiettivo importante un nostro atleta. Vedremo quali scenari possono svilupparsi nei prossimi mesi. Certamente avremo nuovamente a Pordenone il vincitore del torneo della categoria 70 kg Kacper Muszynski, polacco che è rimasto molto soddisfatto dell’organizzazione della nostra gara”. L’atleta della Armia Polkowice difenderà quindi la cintura conquistata al Concordia al termine di due combattimenti che l’hanno visto battere prima il romeno Calin Petrisor, campione del mondo della sigla Iska, e successivamente il nederlandese Jordy Beewilder. “Abbiamo avuto un grande seguito all’estero, in particolare in Romania, paese da dove provenivano molti fighter – commenta Boer -. Un contributo fondamentale a riguardo l’ha dato proprio Claudiu, perché ha contattato lui stesso tanti suoi “colleghi”.

Il torneo è stato visto in streaming grazie all’ottimo lavoro di Media24. Siamo cresciuti e a riguardo lo testimoniano i tanti messaggi che ho ricevuto da vari promoter europei”. Ha funzionato anche la formula legata agli incontri tenutisi nel pomeriggio con protagonisti i lottatori dilettanti. La macchina organizzativa con orizzonte 2025 è già stata avviata. Non resta che continuare a lavorare per un evento che ha anche una buona ricaduta turistica sul territorio.