Pordenone Calcio: FIUMEDICA centro di riferimento neroverde

06.07.2022 15:12 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Pordenone Calcio: FIUMEDICA centro di riferimento neroverde

La nuova stagione del Pordenone Calcio riparte dal territorio, dall’interazione e valorizzazione delle sue eccellenze attraverso nuove collaborazioni e consolidamento delle esistenti. È quindi con particolare soddisfazione che la Società e FIUMEDICA, poliambulatorio specialistico con sede a Fiume Veneto, comunicano la prosecuzione di una partnership ormai storica, avviata nel 2015. La struttura sarà il centro medico di riferimento neroverde - a tutti i livelli - per la stagione 2022/23, implementando i servizi già messi a disposizione della Prima squadra e del Settore giovanile, quali visite di idoneità sportiva e consulenze specialistiche grazie a una rete di 50 medici. Valorizzando sempre più la nuova divisione “FIUME SPORT”.

Dichiarazione titolare FIUMEDICA Massimo Fausti: «Con il Pordenone Calcio ci lega un rapporto speciale che si è sempre più consolidato nel tempo e ci ha visti recentemente organizzare un riuscitissimo Open Day in Medicina dello Sport, con il coinvolgimento anche dei calciatori. “Vestire” il neroverde e sostenere il Pordenone rappresenta un motivo di orgoglio e una grande responsabilità: essere sempre presenti e disponibili per le esigenze della squadra, delle formazioni giovanili e in generale del Club. Per tutti i tesserati neroverdi, le società affiliate del progetto WEPN e i tifosi FIUMEDICA, inoltre, ci sarà sempre un’attenzione speciale e dedicata».

Dichiarazione presidente Pordenone Calcio Mauro Lovisa: «Che una realtà così importante del territorio confermi il proprio supporto è per noi motivo di grande soddisfazione. FIUMEDICA, come altre realtà locali con cui stiamo rinnovando, condivide con noi i valori di condivisione e valorizzazione dei rapporti con le eccellenza “di casa” oltre che chiaramente principi cardine come la tutela della salute e prevenzione. Ringrazio personalmente Massimo Fausti e tutto il suo staff per la storicità di questa fondamentale collaborazione».