Pordenone Calcio, l'ex ramarro Bocalon: "La rivelazione quest'anno siamo noi!"

15.01.2021 09:29 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Pordenone Calcio, l'ex ramarro Bocalon: "La rivelazione quest'anno siamo noi!"

Il Pordenone non è una sorpresa. E’ una squadra forte che non si nasconde più guidata da un allenatore vincente come Attilio Tesser che ha nel suo curriculum tante promozioni”. Sono queste le parole che Riccardo Bocalon spende per descrivere il team neroverde che domani riceverà la visita al Teghil di Lignano dei leoni di San Marco. Per lui sarà una gara speciale. La scorsa stagione, arrivato in riva al Noncello a gennaio in prestito dal Venezia, ha contribuito alla conquista del biglietto per i playoff per la promozione in serie A (sogno svanito nella seminale di ritorno con il Frosinone) con 16 presenze e tre gol.

“L’esperienza a Pordenone è stata positiva – riconosce Riccardo -, ma sono contento di essere tornato in laguna. Per me veneziano giocare a Venezia è un sogno. Volevo tornare a rivivere le emozioni che avevo vissuto in passato con la casacca neroverdearancio addosso con la quale desidero tornare a vincere qualcosa di importante”.

Desiderio condiviso da tutti i suoi compagni. Per realizzarlo il team di Paolo Zanetti dovrà almeno conservare un posto nei playoff per la promozione in serie A. Attualmente i leoni di San Marco, settimi con 25 punti, figurano nella parte nobile della classifica, ma potrebbero essere sorpassati e scalzati proprio del Pordenone (24) se dovessero perdere il derby arancioneroverde in programma domani pomeriggio (fischio d’inizio alle 14) a Lignano.

“Considerando i risultati ottenuti dal Venezia nelle ultime due stagioni (undicesimo posto la scorsa stagione, quindicesimo con retrocessione in C e riammissione B per l’esclusione del Palermo in quella precedente, ndr) – continua Bocalon – accedere ai playoff sarebbe un ottimo risultato. Possiamo farcela – è convinto l’ex ramarro – perché siamo noi la squadra rivelazione di questa stagione. Avremmo potuto essere ancora più avanti in classifica se non avessimo buttato via quattro punti nelle partite con il Brescia (2-2, ndr) e il Chievo (1-1, ndr) dove siamo stati raggiunti nei minuti di recupero”.

Sino a oggi nella stagione in corso Riccardo ha collezionato 13 presenze (soltanto quattro dall’inizio) e ha realizzato un solo gol che è valso il successo (2-1) dei leoni a Reggio Calabria. Essere in concorrenza per la maglia di centravanti con un elemento come Francesco Forte, autore sin qui di nove gol, non deve essere facile.

“Francesco è fortissimo e tecnicamente molto dotato – ammette Riccardo -, ma io credo che siamo compatibili. Possiamo far coppia perché entrambi sappiamo fare sia la prima che la seconda punta”.

Potrebbe essere proprio questa la soluzione scelta da Paolo Zanetti per il match di domani con il Pordenone al Teghil.