Pordenone Calcio, Lovisa Jr: "Di Carlo nostra prima scelta. Faremo un mercato oculato"

20.05.2022 11:17 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Giuseppe Palomba
Pordenone Calcio, Lovisa Jr: "Di Carlo nostra prima scelta. Faremo un mercato oculato"

La stagione 2021/22 ha sancito la definitiva esclusione o esperienza dei ramarri in serie B, almeno per il momento. E’ stata un'annata travagliata con poche soddisfazioni. Pesa certamente il responso sportivo sfociato nella retrocessione. Tanti sono stati gli errori commessi dalla società e ammessi con onestà in prima persona dal presidente Mauro Lovisa. Importante sarà ora far tesoro, come ha sottolineato lui stesso, degli errori e ripartire in serie C con rinnovata competenza e soprattutto con la voglia di riprendere la crescita iniziata 15 anni fà quando lui stesso decise di entrare in società per portare il Pordenone dai dilettanti alle soglie della serie A nella stagione 2019-20 quando i ramarri arrivarono a giocarsi i playoff per la promozione poi persi con il Frosinone. Tuttavia la retrocessione in serie C non è poi così drammatica. La C tutto sommato è una categoria pertinente al Pordenone comunque un campionato di prestigio se andiamo a considerare la storia centenaria dei neroverdi. Si potrà ripartire intanto forti dei proventi del Fondo Paracadute LNPB. Si tratta di uno strumento di mutualità garantito dalla Lega di Serie B alle società che retrocedono in Serie C e che potrebbe far arrivare nelle casse neroverdi quasi due milioni di Euro spalmati su piu' gestioni sportive. Inoltre sono previste ulteriori entrate nelle casse neroverdi dai premii per il minutaggio dei giovani fatti giocare nel campionato appena concluso. Non solo. Ci saranno poi gli incassi derivanti dai premi dii valorizzazione dei giovani ceduti in prestito al Pordenone, come Cambiaghi dell’Atalanta e Dalle Mura della Fiorentina, dai riscatti dei giocatori ceduti in prestito con obbligo di riscatto in caso di eventuale promozione in serie A del Monza (Ciurria e Diaw anche se quest’ultimo è stato girato al Vicenza), al Cosenza in caso di salvezza (Camporese) e Magnino al Modena promosso in serie B. Inoltre il rooster neroverde è ampiamente fornito di giocatori di prospettiva e a lunga scadenza di contratto che fanno gola a molte società di serie B e C. Con molta probabilità, come successo per Massimo Paci, verrà rescisso il contratto a mister Rastelli che sembrerebbe aver trovato sistemazione in terra irpina. Cosa che libererebbe il Pordenone di un altro ingaggio oneroso. L’apporto però più importante poi potrebbe arrivare dall’ingresso in società di nuovi soci con ambizioni di crescita importanti come quelli dell'attuale proprietà. Decisivo sarà utilizzarli come sempre con competenza. Di questo ne è consapevole Matteo Lovisa a cui spetterà l'arduo compito decisamente più impegnativo di ricostruire la rosa da mettere a disposizione del nuovo allenatore perché si possa veramente puntare al ritorno in serie B.

"Faremo un mercato oculato e con intelligenza - ha dichiarato il direttore - Punteremo, come abbiamo fatto negli anni passati, alla valorizzazione dei giovani al fine di poter generare plusvalenze. Ovviamente la campagna acquisti partirà appena avremo definito il nuovo allenatore anche se monitoriamo constantemente il mercato".

DI CARLO PRIMA SCELTA - "Speriamo di averlo con noi già nei prossimi giorni" - ha affermato Matteo Lovisa - "E' l'unico profilo che attualmente stiamo valutando. E' un tecnico di esperienza che potrà garantirci un'ottima ripartenza nel prossimo campionato di serie C". Con Di Carlo potrebbe arrivare anche Elvis Abbruscato e l’accordo con il tecnico di Cassino che ha già vinto due C con Mantova e Vicenza dovrebbe essere raggiunto a breve. La finalizzazione è al vaglio. Oggetto della trattativa sono gli obiettivi che la società neroverde intenderà perseguire e i componenti della nuova rosa che gli verrà messa a disposizione. "Il tutto dipenderà dal tecnico - aggiunge il direttore - Sappiamo di avere una buona ossatura su cui ripartire alla quale si andrà ad aggiungere probabilmente Camporese che rientrerà da Cosenza. Tutti ragazzi giovani, di prospettiva e con mercato. Per cui - aggiunge - non escludiamo cessioni su offerte importanti per qualche nostro giocatore. Ad essi andremo ad aggiungere altri giovani profili da valorizzare che pero' andranno individuati assieme al nuovo tecnico. Adesso - ribadisce - abbiamo l'obbligo nel prossimo futuro di migliorarci e riscattare quest'anno".