Calcio a 5: Diana Group Pordenone, il cuore non basta. La capolista passa al Palaflora

10.12.2023 10:50 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
foto Pazienti
foto Pazienti

Al Diana Group Pordenone non basta un gran primo tempo: i neroverdi tengono testa ma la capolista Petrarca è micidiale e gela un Palaflora tutto esaurito.

Parte subito bene il Pordenone con Langella che dopo 20'' riesce già a liberarsi davanti a Bastinima il tiro potente finisce addosso all'estremo padovano. I neroverdi non si fanno intimorire dalla corazzata Petrarca e ci prova anche Ziberi dal limite: la sua conclusione finisce di poco a lato. L'occasione d'oro è sui piedi di Chtioui a tu-per-tu con Bastini in contropiede ma il numero 10 spreca calciando addosso al portiere in uscita. L'asse Grzelj-Ziberi orchestra la manovra dei neroverdi senza però aver fortuna in fase conclusiva, il Petrarca cerca di colpire in ripartenza ma Rafinha e i suoi non impensieriscono la porta difesa da Vascello. Ci prova Fellipe Mello ma la sua conclusione, sporcata dalla retroguardia neroverde, viene ribattuta fuori dal compagno di squadra Guga. Nella seconda parte di tempo è il Petrarca a gestire il possesso della sfera ma il Pordenone regge gli urti dell'esperta formazione padovana. La svolta arriva al minuto 14' quando un fallo su Bortolin si trasforma in una occasione d'oro che Grzelj, con deviazione, trasforma in goal e fa esplodere il Palaflora. Il Pordenone galvanizzato dal goal, alza il pressing offensivo impegnando più volte Bastini con un miracolo sul diagonale di Bortolin. Il Petrarca risponde a tono: è i turno di Vascello che chiude la porta e permette ai neroverdi di terminare in vantaggio il primo tempo. Il secondo tempo riparte con il Petrarca decisamente più aggressivo ma ancora poco preciso negli ultimi metri. La formazione ospite si conferma in ogni modo pericolosa con la bella semirovesciata di Benlamrabet, servito direttamente da Bastini, chiusa con un guizzo da Vascello in angolo. Ancora pericolo per i neroverdi con una punizione del capitano Victor Mello la cui conclusione termina a fil di palo. Si alza il forcing del Petrarca ma un fulmine di Chtioui, in ripartenza sulla fascia, fa gridare al goal il Palaflora ma la deviazione di Bastini tanto basta per spegnere subito l'entusiasmo. Viene premiata la manovra tattica del Petrarca che pareggia i conti con Victor Mellobravo a eludere la difesa neroverde e a superare Vascello. Il Pordenone accusa il colpo e dopo poco più di un minuto si fa superare dal Petrarca, ancora con il suo capitano al volo sul primo palo: uno-due micidiale dei padovani. I neroverdi reagiscono prima con Langella, ancora a tu-per-tu, e poi con Chtiuoi: doppio miracolo di Bastini. Mentre l'estremo padovano chiude alla grande su tutte le occasioni dei neroverdi, in contropiede sigilla il risultato Molaro. Chiude i conti Victor Mello a porta vuota sul portiere di movimento dei neroverdi. Dopo un gran primo tempo, i neroverdi pagano il blackout di metà ripresa e cedono alla capolista l'intera posta in palio.

Il Palaflora applaude i neroverdi, andati vicini nella storica impresa di battere una squadra con giocatori di categoria superiore. Prossimo impegno dei ramarri nell'anticipo di Lecco in programma venerdì 22 dicembre.

TABELLINO

PORDENONE - PETRARCA PADOVA 1 - 4 (p.t. 1-0)

Diana Group Pordenone C5 Vascello 1 (vice-capitano), Della Bianca 5, Grzelj 6, Bortolin 7, Ziberi 8, Oshafi 9, Chtioui 10, Paties 12, Finato (capitano) 13, Basso 17, Minatel 19 e Langella 22.

Petrarca Padova Bastini 1, Molaro 2, Lucacel 4, Follador 5, Marchese 9, Fellipe Mello 10 (vice-capitano), Rafinha 11, Collatuzzo 12, Victor Mello 18 (capitano), Guga 20, Alves 21, Benlamrabet 80.

MARCATORI 1° tempo: 1-0 - 14' 44'' Grzelj (PO) 2° tempo: 0-4 - 11' 28'' Victor Mello (PE), 12' 47'' Victor Mello (PE), 16' 45'' Molaro (PE), 19' 57'' Victor Mello (PE)

AMMONITI 1° tempo: 14' 44'' Follador (PE), 15' 23'' Collatuzzo (PE), 17' 28'' Molaro (PE) 2° tempo: 2' 00'' Marchese (PE), 12' 23'' Grzelj (PO), 14' 51'' Bortolin (PO)

ARBITRI Filannino (Jesi) e Squilletti (Campobasso). Cronometrista: Prazzoli (Treviso)