Basket: massimo risultato con il minimo sforzo per la Winner Plus

10.02.2022 12:03 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Basket: massimo risultato con il minimo sforzo per la Winner Plus

Massimo risultato con il minimo sforzo. La Winner Plus ha rifilato un trentello ai giovani “longobardi, giunti a Pordenone forse con eccessivo timore.

Era iniziata bene la gara per gli ospiti che, pronti via, si sono portati sul 4-0. Come capitan Colamarino mise le cose al loro posto a Spilimbergo, ieri è toccato a Cresnar tenere in linea di galleggiamento il Sistema nelle battute iniziali, in attesa che anche i suoi compagni entrassero in ritmo partita. Con uno strappetto nella seconda parte del primo quarto il Sistema ha chiuso al primo time-out di Cividale sul 18-10 e terminato il quarto a +10 sul 24-14. Il secondo quarto ha vissuto tre fasi: una prima fase in cui Baraschi e Colamarino hanno realizzato quattro bombe con l’intento di mandare subito tutti a casa; una seconda che ha visto un blackout con diversi errori gratuiti dei biancorossi e Cividale ricucire fino al -8; una terza inaugurata ancora una volta da Cresnar che realizzando ha rotto l’incantesimo e dato il via definitivo al dominio pordenonese. Il secondo quarto si è chiuso sul 53-37, il terzo 79-49, con un distacco di 30 punti confermato nell’ultimo quarto chiuso 99-69. I tifosi pordenonesi possono esser soddisfatti perché la squadra pian piano va a recuperare intensità. La concretezza, invece, è una caratteristica che non è mai venuta meno. Colamarino è ancora on fire: 20 punti tirando con oltre il 60% dal campo in 23 minuti. Mandic, 20 punti con 7/8 da dentro l’area e un perfetto 1/1 da oltre la linea dei 3 punti. Per lui anche 9 rimbalzi e due tuffi a terra in meno di 23 minuti. Varuzza 2/3 da due e ben 10 assist. Baraschi 13 punti con un 2/3 da due e 3/6 da oltre l’arco. Ottima la prestazione di Michelin che ha realizzato 14 punti in 15 minuti tirando con quasi l’80% dal campo. Anche Monticelli, dopo esser entrato con le polveri bagnate, ha recuperato e chiuso con il 50% dall’arco dei tre punti. Per Cividale da segnalare le ottime prove di Cautiero che ha messo a segno 19 punti e dei due 2004 Roseano (15) e Barel, quest’ultimo è un ragazzo di San Vito che ha già indossato la maglia pordenonese della Fipp.

Se queste sono le premesse c’è da augurarsi che le strade con Pordenone si possano incrociare di nuovo. Ora si deve mantenere la concentrazione elevata perché domenica a Pordenone arriva Gorizia che, al momento, è l’unica squadra che ha superato il Sistema e, di recente, ha espugnato pure la palestra di Corno.