Calcio a 5: il Maccan espugna Cornedo con uno stoico 5-4

18.04.2021 08:22 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Calcio a 5: il Maccan espugna Cornedo con uno stoico 5-4

Un Maccan stoico espugna Cornedo con un cinico 5-4 e si assicura matematicamente il settimo posto, il migliore nella sua storia in serie B. Una vittoria di cuore, l’ennesima, sudata fino all’ultimo istante, contro un Cornedo pressoché mai domo.

Come nell’ultimo impegno coi Canottieri, gli uomini di Sbisà partono in bomba, andando subito vicino al gol con un palo di Owen a 12’’. Il vantaggio arriva comunque appena un minuto dopo (1’14’’) e a siglarlo è lo stesso andaluso, con un piattone sul secondo palo su assist illuminante di Chavez. Presto fatto anche il raddoppio, che arriva a 2’24’’ con un gran rasoterra proprio di Chavez al culmine di una grande avanzata di Ayose a difesa locale impietrita. Solo allora la gara si riequilibra, con diverse occasioni per parte. Il Cornedo è bravo a riaprirla a 12’54’’, quando Zocchi, nel tentativo di anticipare l’avversario sul primo palo, corregge in rete nella propria porta un traversone di Fahmi. A quel punto succede di tutto. I blaugrana pervengono al quinto fallo, ma la sirena non squilla. Così, quando a 16’13’’ arriva il sesto, l’incredulità è palpabile, e le proteste fioccano; proteste che si fanno bipartisan dopo la battuta di Štendler, visto che Rubega non rispetta vistosamente la distanza minima dal pallone. Poco dopo, a 16’58’’, il remake di Chavez: Rubega tocca ancora, ma stavolta non basta ad evitare il tris dei gialloneri, che vanno al riposo sul 3-1. La ripresa, poi, è un mezzo monologo vicentino, rotto dal Maccan solo in ripartenza. I ragazzi di Dal Santo colpiscono a 3’47’’ con un piattone sotto la traversa di Brancher dal limite. I gialloneri, chiusi a difendersi, trovano nuovamente l’allungo a 11’16’’ con un tap-in di Zocchi su assist dal fondo di Camilla, bravissimo a mantenere in campo un pallone che ormai pareva destinato ad uscire. La pratica pare addirittura finita a 12’45’’, quando un generosissimo Ayose, a tu per tu con Rubega, aspetta l’arrivo del connazionale Owen per permettergli di certificare il 2-5. Il Cornedo ha però il merito di crederci fino alla fine e ha in Gonella l’alfiere della riscossa: è lui a bucare per due volte Azzalin a breve distanza temporale, rispettivamente a 13’26’’ e 13’42’’. Ma la fortuna locale termina lì. Nei minuti finali, infatti, ai blaugrana non basta alzare Giuliano Boscaro a quinto di movimento per pervenire al pareggio; né influisce, a 17’20’’, l’inopinata espulsione di Camilla per somma di ammonizioni. Anche, di fatto, in 5 contro 3, i gialloneri resistono a ogni ondata, fino alla sirena liberatoria.

Il tabellino:

CORNEDO 4 MACCAN PRATA 5

CORNEDO Rubega e Simone Boscaro (portieri), Pretto, Bancher, Kanchai, Degeneri, Cailotto, Peretto, Fahmi, Giuliano Boscaro, Gonella, Filippin. All. Dal Santo.

MACCAN PRATA Azzalin e Marchesin (portieri), Dassiè, Zocchi, Khalil, Radu, Dedej, Owen, Chavez, Štendler, Ayose, Camilla. All. Sbisà.

Arbitri Martini di Empoli ed Elia di Pisa; cronometrista Ronca di Rovigo.

Marcatori A 01’14’’ Owen, a 02’24’’ e a 16’58’’ su tiro libero Chavez, a 12’54’’ autogol di Zocchi; nella ripresa, a 03’47’’ Brancher, a 11’16’’ Zocchi, a 12’45’’ Owen, a 13’26’’ e 13’42’’ Gonella.

Note Espulso Camilla a 37’40’’ per somma di ammonizioni.

Ammoniti Kanchai, Fahmi, Ayose, Degeneri, Sbisà, Štendler.

Tiri liberi 0/0 e 1/2.