Pordenone Calcio, Mazzarella doppio ex: "Forza Ramarri!"

15.10.2020 08:19 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Pordenone Calcio, Mazzarella doppio ex: "Forza Ramarri!"

Pordenone-Spal sarà una partita speciale per Maurizio Mazzarella che ha vestito le casacche di entrambe le squadre. Con la formazione estense ha giocato dal 1972 al 1975, iniziando con la Primavera per poi esordire in prima squadra. Con il Pordenone non solo ha giocato, ma ha pure fatto l’allenatore e il direttore sportivo.

“Sì – annuisce l’avvocato – Spal e Pordenone sono le due squadre che mi sono rimaste nel cuore, per questo – sorride – spero che sabato pareggino. Farò di tutto per essere presente al Teghil e mi spiacerebbe vedere uno dei due gruppi lasciare il campo a testa bassa”.

L’affetto per la Spal non gli impedì nel luglio dell’anno scorso di pronosticare tempi difficili per la squadra allora di Meneghetti. Le due formazioni si incontrarono in amichevole al Maurizio Siega di Tarvisio. La Spal era ancora in serie A, il Pordenone appena promosso in serie B. Vinsero gli estensi per 2-0 con gol di Valoti e Petagna.

“Nonostante la vittoria – racconta il Mazza – la prestazione della squadra non mi convinse proprio e ricordo di aver detto: questi vanno dritti in B! Fui tristemente un buon profeta”.

Mazzarella valuta ora le possibilità dei cerbiatti biancazzurri e dei ramarri neroverdi in questa stagione.

“La Spal ha decisamente un buon organico – giudica l’avvocato – con parecchi giocatori che potrebbero trovare collocazione in serie A. Retrocedere dalla massima serie però è come ricevere un diretto in pieno viso da Mike Tyson. Non è facile riprendersi. Non solo: questo campionato di serie B – profetizza – sarà ancora più difficile degli ultimi. Vi partecipano ben quindici società che hanno fatto la serie A più il Monza di Berlusconi e Galliani che arriva dalla C, ma che in cadetteria è solo di passaggio. Le altre sono Cosenza, Virtus Entella, Cittadella e Pordenone. Le chance dei ramarri? Dal mercato che è terminato lo scorso 5 ottobre – afferma – è uscita a mio avviso una squadra furba, composta da alcuni “vecchi” di sicuro affidamento e tanti giovani di buone prospettive da valorizzare e poi da rivendere. Per i neroverdi in questo campionato agguantare i playoff sarebbe già un ottimo risultato. Poi – sorride ancora l’avvocato – con Tesser in panca può succedere di tutto come si è visto la scorsa stagione quando i ramarri, ai quali era stata pronosticata una difficile lotta per la salvezza, sono arrivati sino alla semifinale playoff per la promozione in serie A. In ogni caso – conclude Mazzarella -, come urlava dagli altoparlanti del Bottecchia Aldo Casotto, mitico speaker degli anni 60-70, forza ramarri, forza neroverdi, forza Pordenone!”.