Fiamme Cremisi. Un 2021 difficile, ma ricco di soddisfazioni

Beatrice Cal e Salvatore Lamanna brillano di Cremisi Acceso
14.10.2021 10:28 di Daniela Acciardi   vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Il 20 marzo il Comitato paralimpico Fvg ha rinnovato il Consiglio Direttivo. Per il prossimo quadriennio eletta in giunta in rappresentanza degli atleti la pluricampionessa di ciclismo Beatrice Cal delle Fiamme Cremisi.

Nelle fila delle Fiamme Cremisi, ove milita la bersagliera recordman italiana di mezza maratona Nadia Eijafini Sez. di San Vito, da quest’anno è entrato a far parte nella disciplina del Tiro con l’Arco Salvatore Lamanna Sez. di San Vito, nazionale della squadra di calcio amputati.

Salvatore, Medaglia d’Oro al Valor Militare, in forza all’11° Reggimento di stanza in Orcenico Superiore di Zoppola, da buon bersagliere ha iniziato a tirare sui bersagli del Campus “Gallo Cedrone” alternando i suoi allenamenti calcistici presso il Campo di calcio permanente regolamentare, unico in Italia, che gli hanno assicurato le Fiamme Cremisi.

Questa estate i cremisini ospiteranno la squadra campione d’Italia in un week end di allenamento. Sul Campus “Gallo Cedrone” (20.000 mq.) spesso si allenano altri atleti della nazionale provenienti dal vicino Veneto. La venticinquenne Beatrice Cal (14 titoli italiani) Sez. Azzano X, ha conquistato l’Argento ai Tricolori in Toscana malgrado le difficoltà fisiche legate alla guida che stoicamente l’ha condotta al traguardo ponendo le proprie ruote anche davanti a tandem maschili, e al suo impegno da docente scolastica in lingue dovendo conciliarlo con la necessità di doversi allenare.

Intanto sta portando al termine la sua fatica in bici Giuseppe Biga che sta percorrendo l’Italia da Trapani a Lugano per la raccolta fondi per Medici Senza Frontiera.

Sono solo pillole di un movimento in continua espansione che in tempo di pandemia non si è mai fermato mietendo successi: nel 2020 il non udente Daniele Bellitto sul podio della maratona di Marrakesh, l’organizzazione di gare con un centinaio di arcieri che hanno trovato cassa di risonanza nel face book nazionale della FITARCO, inaugurato un velodromo tandem mountain bike non vedenti e un campo di calcio per amputati unici in Italia.

Il Campione italiano Karate Mario Ciminiello convocato in nazionale, Marta Bianchet sul podio a Lignano nella disciplina del triathlon sono solo alcuni risultati. La ciliegina sulla torta con 39 candeline, tante sono le edizioni dei RAID delle Fiamme Cremisi nel solco del progetto iniziale del Trofeo Regina, verrà servita nel mese di settembre ove verrà sviluppata l’iniziativa più significativa ed esclusiva sulla traslazione del Milite Ignoto delle associazioni d’Arma per complessità organizzativa, spessore culturale e originalità e unicità sotto il profilo FILATELICO che rappresenta un UNICUM.

RAID CICLO FILATELICO PATRIOTTICO AQUILEIA – ROMA ove verranno ricordati 5 anniversari.

I ciclisti verranno affiancati sul percorso da una carovana di campagnole militari a loro 70mo anniversario del primo prototipo. 3 gli annulli speciali. Aquileia – Firenze – Roma e le cartoline verranno obliterate in tutte le tappe (le stesse effettuate 100 anni orsono). Allo stato dell’arte la manifestazione gode del Patrocinio del Consiglio Nazionale Permanente delle Associazioni d’Arma, l’A.N.B., FLIK E FLOK 8° Brigata Garibaldi, l’Istituto di Studi Giuseppe Garibaldi (di cui sono in C.N.), Il Governo dello Stato brasiliano del Rio Grande do Sul, il Comitato di Bolzano dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano, il Comune di San Vito. Si è in attesa si altri patrocini. E’ proprio il caso di dire che nelle Fiamme Cremisi …” nessun dorma!”.

Beatrice Cal con la guida Francesca Selva - Il nazionale sq. Amputati Salvatore Lamanna – La recordman Nadia Eijafini

Inaugurazione velodromo tandem mountain bike non vedenti– Bellitto 1^ sordi Maratona Roma – Eva Vignadel sul podio- in Puglia il futuro

Mario e Cesare Ciminiello - inseriti nei gangli della società civile – Daniela Bianchet – Giuseppe Bigo con Andrea Vadori

Carta identità https://www.youtube.com/watch?time_continue=2&v=IODZTfPaM2k&feature=emb_logo Senza parole: https://drive.google.com/file/d/1HfH_HjHQJAIQTsvB4enHYsRypo-7EpIl/view?usp=drive_web

La 28enne di Cimadolmo Soraya Paladin della squadra italiana di ciclismo femminile che ha conquistato il bronzo a Tokyo con Elisa Longo Borghini nella gara su strada femminile, al rientro da Tokyo è stata festeggiata nella sua cittadina e si è incontrata con la campionessa tandem non vedenti Fiamme Cremisi Beatrice Cal. La vediamo insieme alla Vice Sindaca Chiara Lovat