Volley: Cornacchia World Cup a Montecitorio

13.02.2024 19:21 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Volley: Cornacchia World Cup a Montecitorio

"L'Evoluzione dello sport femminile nelle periferie italiane - Cornacchia World Cup case study, dalla comunità al mondo".

E' questo il titolo del convegno alla Sala Regina di Palazzo Montecitorio che nella mattinata di oggi ha visto protagonista la Polisportiva San Giorgio di Porcia. Relatori il Deputato Emanuele Loperfido per gli onori di casa, il direttore della Domovip Porcia Tiziano Cornacchia, il responsabile internazionale della Cornacchia World Cup Matteo Cornacchia, il Presidente Nazionale del CSI Vittorio Bosio e la prima allenatrice donna nella Serie A di pallavolo femminile Simonetta Avalle. L'allenatrice romana ha raccontato con molto trasporto di quando proprio al torneo di Porcia, per far comprendere il valore del gruppo, ha richiamato una sua atleta per essersi presa da sola il gelato facendola purtroppo piangere, ma sicuramente comprendendo la lezione, poiché quell'atleta era Manuela Leggeri. Durante il convegno si sono approfonditi molti temi, con particolare attenzione alla necessità di riaprirsi attraverso lo sport invece di creare ulteriori barriere tra le persone e i popoli, oltre che a dimostrare come l'attività fisica non sia solamente un elemento di emancipazione sociale, ma anche di sviluppo nazionale attraverso cittadine e cittadini più consapevoli. Grande spazio anche alla memoria di Ferruccio Cornacchia che, attraverso la sua lungimiranza, ha avviato il processo di integrazione che ha portato una comunità provinciale, dove lo sport al femminile era ancora pressoché inesistente, ad essere ora un punto di riferimento a livello mondiale. Al convegno ha presenziato il settore giovanile della Polisportiva San Giorgio che nel pomeriggio si è gemellata con il Consorzio Seven Roma disputando un torneo triangolare di volley. Questa occasione di grande prestigio non solo per Porcia e la sua società sportiva, ma per la pallavolo in generale portando lo sport femminile nella Sala Regina della Camera dei Deputati, è stato possibile grazie alla Presidente della Commissione Pari Opportunità del Friuli Venezia Giulia, Dusolina Marcolin.