Trail, maratona, run. Fiamme Cremisi fra solidarietà ed imprese impossibili

18.06.2021 16:02 di Daniela Acciardi   vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Sempre più numerose le sfide abbracciate dagli eroi delle Fiamme Cremisi, che a cavallo fra la fine di maggio e l’inizio di giugno hanno portato in alto la bandiera cremisi in tutta la regione, e anche oltre.

Il primo appuntamento, sabato 29 maggio, è stato con la X Ultraibericus Trail di Vicenza. Un urban trail di 22 km con 750 m di dislivello positivo. Marco Milani ha completato in 2h 37’ 1” il percorso che dal centro città si è addentrato nei Colli Berici in totale immersione nella natura.

Intanto, il cremisino Massimo Martella percorreva gli oltre 60 km del tratto Pordenone-Palmanova per la Run for hope, il Giro d’Italia podistico a staffetta che dal 22 al 30 maggio ha dato vita a 20 staffette regionali, con lo scopo di raccogliere fondi a sostegno di AIL e AIRC, per la cura dei tumori infantili.

Il giorno dopo è stato il turno di Andrea Pavan. In 3h 52’ 23” ha tagliato il traguardo della XIX Bossoni Brescia Art Marathon: un tour della città attraverso il centro storico e lungo le piste ciclabili, attraverso il Capitolium, Broletto, Piazza della Loggia e un ultimo tratto di sterrato.

La Festa della Repubblica è stata invece l’occasione per Giandomenico Sartor di partecipare alla X Kokos Trail a Basovizza (TS). Per lui 15 km di Gara nazionale di corsa in montagna con 600 m di dislivello positivo. Partito da Campo Zarja, attraverso Parco degli Eroi, Pesek, Grozzana, Monte Cocusso (Kokos), Monte Grociana, Draga, ha attraversato le trincee della I Guerra Mondiale per tagliare il traguardo nuovamente a Campo Zarja dopo 1h 30’ 57”.

Lungo i sentieri che collegano la storica birreria Pedavena, fondata nel 1897, con il Monte Avena, Monte Croce d’Aune, Fonzaso, Sovramonte e Lamen attraverso i boschi di abeti e lungo il fiume Piave, hanno trovato accoglienza Marco Milani e Paolo Tabaro, per la IV Dolomiti Beertrail a Pedavena (BL). Impegnati in una durissima 24 km con 1.400 m di dislivello, hanno terminato le proprie fatiche rispettivamente in 3h 13’ 36” e 4h 7’ 51”.

Venerdì 4 giugno i cremisini vanno in scena alla XXXI CorriTreviso. L’anello di 6 km da ripetere 4 volte, con partenza e arrivo da Piazza Duomo, è stato quindi conclusa con successo da Rudi Comin (48:23), ed i coniugi Franco Parma (52:34) e Ester Avoncelli (1:08:17).