Calcio a 5: espugnata Vazzola e seconda vittoria di fila per il Maccan

30.01.2022 16:38 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Calcio a 5: espugnata Vazzola e seconda vittoria di fila per il Maccan

Seconda vittoria di fila del Maccan Prata, che espugna Vazzola con un 3-1 in rimonta al termine di un incontro sudato e nervoso. Tre punti importantissimi, su un campo ostico, ottenuti con caparbietà e intelligenza al cospetto di un’avversaria, il Miti Vicinalis, che ha dato ampiamente filo da torcere agli uomini di mister Sbisà.

Avvio equilibrato e a rilento. Azzalin è bravo a 1’28’’ a chiudere in spaccata su Genovese, mentre a 6’20’’ Rexhepaj scarica sul palo a tu per tu con Mabchor. Il vantaggio locale arriva ad un niente dal giro di boa, con un’inzuccata di Vecchione su lancio lungo di De Zen. Sorpreso, solo allora il Maccan comincia ad alzare il baricentro, sfiorando il pari a 11’01’’ con Štendler e trovandolo poi a 15’07’’ su un pasticciaccio difensivo biancorosso, con Mabchor che se la porta da solo in rete ostacolato dal compagno Genovese. È allora che la partita comincia a innervosirsi. E il rosso, 41’’ dopo, a Lahaye per un intervento sostanzialmente da ammonizione è la proverbiale goccia sul vaso già colmo. Privo del suo uomo fin lì più pimpante, il Miti accusa il colpo e lascia ampi spazi al Maccan, che tuttavia non riesce a pervenire al vantaggio né nei 2’ di superiorità numerica né nei minuti restanti del primo tempo. Il forcing si fa comunque assedio nella ripresa, quando i gialloneri lasciano al team di Peruzzetto solo pochi spiragli in contropiede, buoni ad Azzalin per guadagnarsi la pagnotta con un paio di interventi. La svolta la porta ancora una volta un cartellino rosso, quello che l’arbitro Billo sventola a 12’30’’ a Ramón, l’altro neo-acquisto biancorosso, per doppia ammonizione. Stavolta, infatti, gli uomini di Sbisà capitalizzano la superiorità numerica, raddoppiando a 13’26’’ con un tap-in di Gabriel su assist di Štendler: nulla da fare per Mabchor, che può solo smorzare. Seguono minuti di sofferenza. A 14’20’’ ancora Gabriel prova a chiuderla con un destro violento, dimenticandosi però di fare i conti con la traversa. Sul fronte opposto Azzalin è superlativo a 16’36’’ nel volo a salvare la porta su una botta dalla trequarti di Genovese. Solo a 19’55’’ si respira, quando Spatafora rovescia in rete a porta vuota un pallone vagante a centrocampo: gli ultimi 5’’, a quel punto, sono una banale formalità.

Il tabellino:

MITI VICINALIS 1 MACCAN PRATA 3

MITI VICINALIS Mabchor e Silvestrin (portieri), Otero, Wade, Vecchione, Genovese, Laino, De Zen, Ramón, Lahaye, Zuliani, Cescon. All. Peruzzetto.

MACCAN PRATA Gabriele Azzalin e Marchesin (portieri), Guandeline, Simone Zecchinello, De Poli, Buriola, Štendler, Spatafora, Imamovic, Rexhepaj, Davide Zecchinello. All. Sbisà.

Arbitri Billo di Schio e Mazzoni di Ferrara; cronometrista Casagrande di Conegliano.

Marcatori A 09’55’ Vecchione, a 15’07’’ autorete di Mabchor; nella ripresa, a 13’26’’ Gabriel, a 19’55’ Spatafora.

Note Espulsi Lahaye a 15’48’’ per gioco falloso e Ramón a 32’30’’ per somma di ammonizioni. Ammoniti Davide Zecchinello, Vecchione, Gabriel, Štendler. Tiri liberi 0/0 e 0/0.