Al Teghil un branco di feroci Ramarri batte i leoni di Ciociaria; Pordenone-Frosinone 2-0, il tabellino

17.04.2021 18:55 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Al Teghil un branco di feroci Ramarri batte i leoni di Ciociaria; Pordenone-Frosinone 2-0, il tabellino

Il Ramarro visto oggi al Teghil è stato feroce come predicato nel prepartita dal suo tecnico Maurizio Domizzi.

Il Pordenone batte 2-0 il Frosinone e tiene a debita distanza la zona play out (piu' 3 punti sull'Ascoli) agganciando in classifica al 14° posto a quota 40 punti proprio i gialloblu' ciociari.

Nel primo tempo è l'uno-due del fante Ciurria a portare subito avanti i neroverdi sul 2-0. La prima rete arriva al 19' con Ciurria che si trasforma in rapace d'area ed insacca ben servito dal polacco Musiolik. Il raddoppio neroverde tre minuti dopo al 22' con il fante che finalizza il magistrale contropiede di Zammarini. Nelle ultime battute della prima frazione è ancora l'indemoniato Ciurria a sfiorare la rete del 3-0 che di testa, sulla pennellata dell'eccellente Zammarini ancora tra i migliori oggi in campo, non inquadra la porta difesa da Bardi.

Nella ripresa il Pordenone forte del doppio vantaggio si limita a controllare il match e portare a casa questa importante vittoria in ottica salvezza.

Per mister Domizzi, alla terza panca neroverde, trattasi del secondo successo su altrettanti match giocati al Teghil con 5 reti realizzate e zero subite.

Prossimo turno martedi 20 aprile in trasferta contro la Reggiana per cercare di invertire il trand negativo fuori casa, salvo blocco campionato.

Il tabellino:

PORDENONE – FROSINONE 2-0

GOL: 19′ pt, 22′ Ciurria

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Berra, Camporese, Barison, Falasco; Misuraca (40′ st Vogliacco), Calò (10′ st Magnino), Scavone; Zammarini; Ciurria (40′ st Biondi), Musiolik (28′ st Butić). A disp.: Bindi, Stefani, Banse, Pasa, Bassoli, Mallamo, Chrzanowski, Rossetti. All. Domizzi.

FROSINONE (4-3-2-1): Bardi; Salvi (41′ st Brignola), Brighenti, Szyminski, Zampano; Rohden (14′ st Novakovich), Maiello, Carraro (1′ st Tribuzzi); Ciano (1′ st Millico), Kastanos; Iemmello (33′ st Parzyszek). A disp.: Iacobucci, Marcianò, Capuano, Curado, Gori, D’Elia, Vitale. All. Grosso.

ARBITRO: Maggioni di Lecco. Assistenti: De Meo di Foggia e Lanotte di Barletta. Quarto ufficiale: Illuzzi di Molfetta.

NOTE: ammoniti Rohden, Misuraca, Calò, Musiolik, Salvi e Brignola. Angoli 1-3.