Pordenone Calcio, Berrettoni: "Il nostro vero segreto è il collettivo"

21.01.2021 15:54 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: https://www.tuttob.com/
Pordenone Calcio, Berrettoni: "Il nostro vero segreto è il collettivo"

Ai microfoni di TuttoB è intervenuto in esclusiva Emanuele Berrettoni, ds del Pordenone.

Perisan 276 minuti di imbattibilità, Diaw 6 gol nelle ultime 6 partite: sono questi i segreti della prepotente risalita del Pordenone?

“Sarebbe riduttivo metterla così. Il segreto è una squadra intera che lavora in un certo modo, con un mister bravo e competente e una società ambiziosa. Poi è chiaro che le qualità dei vari Perisan, Diaw, Ciurria… vengono esaltate dal gruppo. Ma il vero segreto è il collettivo”.

Siete in zona playoff: è questo, ora, l’obiettivo stagionale?

“Assolutamente no. Come già dichiarato, l’obiettivo resta la salvezza. Siamo una realtà nuova per la Serie B a cui il Pordenone ha preso parte per la prima volta l’anno scorso. E adesso vogliamo consolidarci in una categoria difficile, a maggior ragione quest’anno”.

Giunti in prossimità del giro di boa del campionato, qual è la sorpresa?

“Potrei dire il Cittadella, che però non è più una sorpresa. Quello che hanno fatto negli ultimi anni e stanno facendo tuttora è davvero incredibile. Marchetti si conferma uno dei direttori sportivi più bravi del panorama italiano”.

Le favorite per la promozione?

“Spal, Empoli, Monza e Lecce hanno oggettivamente qualcosa in più delle altre. Sono altresì convinto che il Frosinone recupererà terreno. E il Cittadella è sempre lì...”.

Parliamo di mercato. Tutto fatto per Biondi del Catania?

“Tutto fatto no, ma il giocatore ci interessa molto. È un profilo che può fare al caso nostro, un giocatore dotato di qualità importanti e che si sposa bene con la nostra filosofia”.

Gavazzi è ai box per infortunio e Tremolada è partito: arriverà un trequartista?

"Stiamo valutando il da farsi... A livello numerico ci siamo: Mallamo, Ciurria, Scavone e Zammarini sono tutti giocatori che possono ricoprire questo ruolo. Se capiterà un’occasione, la prenderemo in considerazione. Ma non abbiamo fretta di intervenire”.

Sabato il Pordenone sarà di scena al ‘Marulla’ contro un Cosenza galvanizzato dal pari imposto al Monza. Che partita si aspetta?

“Una partita dura e difficile, contro un avversario organizzato, con un’identità ben precisa e che gioca un gran bel calcio. Devo fare i complimenti a mister Occhiuzzi che, dopo il lockdown, ha ottenuto risultati straordinari. Ci attende una partita bella tosta”.