Pordenone Calcio: con il Venezia derby da zona nobile della classifica

16.01.2021 08:39 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: con il Venezia derby da zona nobile della classifica

Non sono più i tempi dei duelli dialettici a distanza fra Mauro Lovisa e l’allora presidente del Venezia Joe Tacopina, ma il derby arancioneroverde conserva ugualmente tutto il suo fascino anche perché oggi al Teghil di Lignano leoni di San Marco e ramarri del Noncello si giocheranno un posto nella parte nobile della classifica. Piazzamento che a fine stagione regolare consentirebbe di garantirsi un posto nei playoff per la promozione in serie A che verranno disputati dalle compagini che si classificheranno dal terzo all’ottavo posto.

Purtroppo ancora una volta bisogna fare i conti con il maledetto Covid. Sul sito ufficiale arancioneroverde è apparso ieri un comunicato con il quale il Venezia FC informa che due tesserati del gruppo squadra sono risultati positivi al test per l’identificazione del Coronavirus-COVID-19 effettuati giovedì. Tutti gli altri tamponi sono risultati negativi. I due tesserati sono stati posti in isolamento. Questa mattina verrà eseguito un ulteriore ciclo di tamponi nel rispetto del protocollo FIGC vigente. Auspicabilmente tutto andrà bene e la partita potrà aver luogo normalmente. Il Venezia sta un punto davanti ai ramarri ed è stato giudicato autentica sorpresa di questo girone di andata dagli allenatori della categoria che hanno risposto a un sondaggio di Italpress. E’ altrettanto vero però che non vince da cinque turni durante i quali ha collezionato quattro pareggi con Pisa, Chievo, Cosenza e Spal e la sconfitta al Penzo con la Salernitana. Il Pordenone invece viaggia sulle ali dell’entusiasmo prodotto dai successi con la Reggiana (3-0) al Teghil e con la Salernitana (2-0) all’Arechi.

Come al solito Tesser non preannuncia quali saranno i primi undici a scendere in campo. Di certo non ci saranno gli infortunati Gavazzi, Pasa e Stefani e lo squalificato Falasco. La formazione iniziale non dovrebbe scostarsi molto da quelle che hanno vinto con Reggiana e Salernitana. Potrebbero quindi cominciare Perisan fra i pali, Berra, Bassoli, Barison e Vogliacco in difesa, Mallamo (Rossetti), Calò e Zammarini a centrocampo, con Scavone (o Mallamo) alle spalle di Ciurria e Diaw. Quella del Venezia dipenderà dai risultati dei test di questa mattina.

Ad arbitrare la sfida è stato designato il signor Antonio Di Martino. Il fischietto di Teramo sarà coadiuvato dagli assistenti Marcello Rossi di Novara e Marco Della Croce di Rimini. Il quarto uomo sarà Francesco Meraviglia di Pistoia. Fischio d’inizio alle 14 con diretta su DAZN 1, canale 209.