Pordenone Calcio: Giorico probabile regista contro i Sangiuliano

20.01.2023 09:56 di Redazione TuttoPordenone   vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Giorico probabile regista contro i Sangiuliano

Dopo le peregrinazioni per disputare le sedute di allenamento a Fontanafredda e a Visinale i ramarri sono rientrati ieri al De Marchi dove questa mattina effettueranno a porte chiuse come sempre la seduta di rifinitura in preparazione del match di domani al Teghil di Lignano con fischio d’inizio alle 14.30 contro il Sangiuliano City. Non farà parte del gruppo l’acciaccato Simone Magnaghi. Svolgeranno un lavoro differenziato Marco Pinato e Alessandro Bassoli. Sta rientrando in gruppo invece Roberto Pirrello.  Come è noto Mimmo Di Carlo nel match contro i Citizens non potrà impiegare capitan Salvatore Burrai squalificato per essersi visto sventolare davanti al naso il quinti cartellino rosso nel corso della sfida di sabato scorso sempre al Teghil contro la Virtus Verona finita a reti bianche. Per ricoprire il ruolo di regista il tecnico di Cassino potrebbe affidarsi a Torrasi o a Giorico. Da quello che si è visto nelle ultime sedute sembra che la scelta cadrà su quest’ultimo, fra l’altro corregionale dello stesso Burrai essendo nato ad Alghero in Sardegna. Giorico ha giocato la sua trecentesima partita fra i professionisti nel match vinto 2-1 dai ramarri ad Alessandria lo scorso 8 gennaio con le reti dei ritrovati Palombi e Dubickas. Le qualità di Giorico, prelevato da Matteo Lovisa dalla Triestina, non sono discutibili. La sua gara migliore in questa stagione è stata proprio il derby con i rossoalabardati della prima giornata di ritorno giocato a Lignano lo scorso 22 dicembre. In quell’occasione fu lui a procurare la punizione che permise poi proprio a Burrai di pareggiare il gol iniziale di Adorante e sempre lui confezionò l’assist per Piscopo che in pieno recupero fissò il risultato sul 2-1 per i ramarri. Ora Di Carlo si attende che possa essere determinante anche nella sfida di domani che sarà fondamentale per mantenere il primato in classifica ora a quota 40 e magari anche per allungare il distacco dalle immediate inseguitrici che sono la Feralpisalò con una lunghezza di ritardo, Vicenza e Lecco con due e Renate con tre. A mettersi al braccio la fascia di capitano, vista la probabile assenza anche di Bassoli che ha svolto lavoro differenziato rispetto agli altri neroverdi, dovrebbe essere Roberto Zammarini. Burrai comunque in questi ultimi giorni non ha mancato di incitare i suoi compagni perché possano entrare ancora più carichi in campo domani. 

Il Sangiuliano è reduce dalla dodicesima sconfitta stagionale subita sabato scorso davanti al pubblico amico a opera del Trento di Bruno Tedino che si è imposto per 2-0 grazie ai gol di Carletti e Fabbri. Occupa la diciassettesima posizione a quota 24 in zona playout con un punto di ritardo dalla zona salvezza diretta. I citizens hanno perso le ultime quattro gare in trasferta a Mantova (1-2), a Busto Arsizio con la Pro Patria (1-2), ad Alessandria con la Juventus NextGen (0-1) e a Vercelli (1-2). Andrea Ciceri però non ha perso fiducia nei suoi giocatori e nei giorni scorsi li ha spinti verso l’impresa e si è detto sicuro che al Teghil faranno una partita importante perché l’organico a sua disposizione, già buono – sono parole sue -, è stato ulteriormente migliorato durante l’attuale calciomercato con gli innesti dell’attaccante Roberto Floriano dal Palermo, del centrocampista Marco Firenze dal Sestri Levante e del portiere Matteo Grandi dal Vicenza. I ramarri non dovranno quindi sottovalutarsi e dovranno scendere in campo, come predica sempre Di Carlo, con grande determinazione dal primo all’ultimo minuto della sfida.