Pordenone Calcio: i due alfieri neroverdi per il cmpionatodi serie BeSports

08.04.2020 08:56 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: i due alfieri neroverdi per il cmpionatodi serie BeSports

“Fiero e onorato di rappresentarvi nel campionato di serie BeSports, #forzaramarri”.

Questo il messaggio lanciato ieri su Facebook al Pordenone da Gianluca Pittelli dopo aver ricevuto la notifica di essere stato abbinato per sorteggio al team neroverde nel campionato virtuale di serie B che partirà domani. Suo compagno d’avventura sarà Paolo Praticò.

Il campionato virtuale verrà giocato online su Pes 2020, comincerà domani e si concluderà il 21 maggio dopo 38 giornate della stagione regolare, playoff e playout. Protagoniste saranno le stesse formazioni che militano nel torneo di serie B reale. Gli aggiornamenti con risultati, classifica e contenuti editoriali di BeSports, saranno disponibili sul sito e sulle piattaforme ufficiali della Lega Serie B e siamo certi che verranno commentati sul sito ufficiale neroverde www.pordenonecalcio.com dagli amministratori e dai tifosi naoniani. Seguirlo sui social sarà un modo per tentare di rendere più sopportabile l’impossibilità di recarsi allo stadio per sostenere dal vivo i propri beniamini. Per arrivare a designare due alfieri per ogni sodalizio partecipante al torneo virtuale sono stati fatti duemila 354 incontri preliminari ai quali hanno partecipato mille 693 aspiranti. I quaranta che sono arrivati sino alla fase finale sono stati poi abbinati per sorteggio ai venti club di serie B.

Vengo da un piccolo paesino della Brianza – racconta Gianluca Pittelli su blog.pesitalia.it -, ho 25 anni e sono conosciuto online con il nickname di xxthekingxx195. Ho sempre giocato a PES, fin dalle prime versione per la PS1. In ambito competitivo ho iniziato a giocare dall’anno 2018”.

Il suo partner in questa avventura è Paolo Toretto Praticò, classe 1987, di origini calabresi, che vive a Torino e fa il personal trainer. Il Pes è gioco di moda anche fra gli stessi ramarri.

Alla sera, dopo essermi allenato e aver giocato con mia figlia Diletta – ha raccontato Michele De Agostini – mi dedico alla playstation. Gioco da anni a Pes. Ora mi diverto di più perchè fra le squadre c’è anche il Pordenone. E’ un programma molto realistico. Devo dire che anche nel gioco, come nella realtà, Salvatore (Burrai, ndr) ha un bel piedino sugli angoli e sui piazzati e noi difensori – ha concluso il DeA -facciamo qualche golletto di testa pure sui campi virtuali”.